Regionali Calabria, Gangemi: “Voterò a sinistra solo se ci sarà Oliverio”

"Che il Pd si ravveda e premi l'efficienza e non le logiche spartitorie"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – “Votero’ a sinistra solo se sara’ Oliverio il candidato alla presidenza”. Cosi’ lo scrittore e giornalista calabrese Mimmo Gangemi autore dei volumi ‘Il giudice meschino’ e ‘La signora di Ellis Island’. “Che il Pd si ravveda – aggiunge – e premi l’efficienza e non le logiche spartitorie e del potere a ogni costo che tanto danno hanno causato alla nostra terra”.

“Io non faccio politica ormai da anni, perche’ non mi riconosco piu’ in nessun partito – sottolinea Gangemi – l’onesta’ intellettuale mi obbliga pero’ a riconoscere che in questi ultimi cinque anni con la giunta Oliverio molto si e’ mosso, si sono raggiunti risultati importanti. Impensabile era infatti che si riuscisse a utilizzare i fondi europei, come e’ successo, sino a piazzarsi ai primissimi posti in Italia”. Gangemi registra successi un po’ in tutti i settori.

“Tantissimi nelle scuole dove – ricorda – primeggiamo per gli adeguamenti antisismici, tantissimi nei porti turistici, nella viabilita’ su gomma e su rotaia, nella Zes del porto di Gioia Tauro, nella massiccia incentivazione della cultura, eccetera, eccetera. Bisogna prendere atto di una inversione di tendenza che fa ben sperare per il domani”.

“E invece cosa succede? Il Pd decide di non ricandidare Oliverio. Non riesco a capire – conclude l’autore – i tanti ostacoli interni alla conferma di uno che ha prodotto una concretezza certa e visibile. Potra’ anche perdere, pero’ quella conferma se l’e’ meritata tutta”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

3 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»