hamburger menu

A Modena manifestano per la pace anche i bimbi di tre anni

I bimbi dell'asilo Ain Karem di Modena sono andati in giro con le dade a distribuire voltantini per pubblicizzare la raccolta fondi per aiutare l'Ucraina

bambini modena no guerra

MODENA – A Modena ‘manifestano’ per la pace anche i bambini piccoli piccoli: “Andiamo in giro a mettere le lettere per dire che non ci piace la guerra“, dice Romeo, tre anni. “Non mi piace perché è brutta, perché ci sono dei cattivi”, gli fa eco Agata, tre anni. Romeo e Agata frequentano Ain Karem, l’asilo a ore aperto l’11 dicembre 2016 a Modena dalla cooperativa sociale La Porta Bella (aderente a Confcooperative Modena). “Se vuoi la pace, prepara la pace. Oggi abbiamo fatto una passeggiata per il quartiere per schierarci contro la guerra”, hanno spiegato ieri le educatrici di Ain Karem. E l’iniziativa è stata apprezzata dai genitori: “Grazie di cuore per aver accompagnato i nostri figli in un’esperienza così importante“, ha scritto una mamma su Facebook.

Intanto a Modena e dintorni si moltiplicano le iniziative di accoglienza e sostegno all’emergenza in Ucraina. Il Comune di Sassuolo ad esempio raccoglie le disponibilità dei privati pronti a mettere a disposizione abitazioni per le persone che scappano dal conflitto in Ucraina. “Negli ultimi giorni- afferma il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani – alcune persone ci hanno contattato con l’intenzione di mettere a disposizione una sistemazione per i profughi del conflitto ucraino. A meno di una settimana dall’inizio dei bombardamenti e con una situazione in continuo divenire, non ci sono ancora indicazioni chiare sul piano d’accoglienza che dovrà essere ben strutturato e condiviso a livello provinciale, regionale e nazionale. Per farci trovare pronti ed accorciare i tempi il più possibile, quindi, abbiamo deciso di raccogliere un elenco di disponibilità di appartamenti o stanze in comodato o anche in affitto che metteremo nelle mani di chi, materialmente, gestirà l’emergenza per conto della Protezione civile”.

A Nonantola Comune e associazioni del territorio si mobilitano per con due punti di raccolta di aiuti: alla farmacia Comunale Sant’Anselmo in piazza Ilaria Alpi 12, è possibile donare garze, bende, guanti monouso, disinfettanti, antidolorifici, antipiretici, antinfiammatori, pannolini, assorbenti, saponi, shampoo, dentifrici, colluttori e altri farmaci e materiale sanitario. I prodotti possono essere portati dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30, la domenica dalle 9 alle 13. Da domani al punto di raccolta dell’Associazione nazionale Carabinieri Terre del Sorbara in via Valluzza 3, oltre al materiale sanitario e farmaci, si raccolgono sacchi lenzuolo, coperte e termocoperte, materassini gonfiabili, guanti monouso, sacchi a pelo, latte in polvere e acqua potabile (consegna tutti i giorni dalle 16 alle 20). A Castelfranco stasera si tiene una fiaccolata per la pace in Ucraina promossa dall’amministrazione comunale a cui aderiscono Cgil-Cisl-Uil.

Il Comune di Soliera ha attivato una raccolta di medicinali e generi di prima necessità a sostegno del popolo ucraino.
Si possono consegnare generi alimentari non deperibili e materiale sanitario (antidolorifici, antinfiammatori, antibiotici, disinfettanti, eccetera) e di pronto soccorso (garze, bende, cerotti, disinfettante, guanti in lattice, siringhe), oltre a pannolini e pannoloni. La consegna va effettuata al social market “Il Pane e le Rose” di via Serrasina 93 nelle giornate di mercoledì (8-12.30 e 14-18) venerdì (8-12.30) e sabato (8-12.30). I medicinali e i generi di prima necessità raccolti saranno inviati in Ucraina attraverso canali istituzionali e ufficiali.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-03-03T13:17:21+02:00