VIDEO | Roma Metropolitane sarà liquidata, l’amministratore unico Santucci si è dimesso

L'ad ha rassegnato le sue dimmissioni con effetto immediato con una lettera inviata ieri sera alla sindaca di Roma, Virginia Raggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’amministratore unico di Roma Metropolitane, Marco Santucci, ha rassegnato le sue dimmissioni con effetto immediato con una lettera inviata questa sera alla sindaca di Roma, Virginia Raggi. È quanto apprende l’agenzia Dire. 

LEGGI ANCHE VIDEO | Roma Metropolitane, la polizia sfonda il cordone dei lavoratori: tra i feriti anche Stefano Fassina

Nella lettera indirizzata al sindaco Raggi, Santucci scrive: “L’assemblea dei soci non ha potuto tenersi per i gravissimi episodi avvenuti poco fa presso la sede. Il clima di altissima tensione degli ultimi mesi si è ulteriormente aggravato anche per quanto rappresentato dagli uffici di Roma Capitale di mettere in liquidazione la società. Tutto questo per me è inaccettabile. La liquidazione si pone in totale antitesi con il mandato del sottoscritto, volto al risanamento della società, finalità quest’ultima, che ho perseguito con tutte le mie energie”. 

“Negli ultimi 11 mesi del mio operato ho dovuto constatare purtroppo l’inerzia degli uffici capitolini nell’assumere atti e decisioni che invece dovrebbero essere prodotti senza indugio per una gestione oculata del capitale pubblico”. 

Negli stessi istanti in cui Santucci ha comunicato le sue dimissione, lo stesso è uscito dalla sede di Roma Metropolitane dove è stato pesantemente contestato dai lavoratori ancora presenti.

CAMPIDOGLIO: OK GIUNTA A LIQUIDAZIONE CONTROLLATA

Garantire la continuità delle opere infrastrutturali e formulare un piano industriale per assicurare l’equilibrio gestionale della società Roma Metropolitane. Con questi obiettivi la Giunta capitolina ha dato mandato al dipartimento Partecipate di predisporre la proposta di deliberazione da sottoporre all’Assemblea capitolina per la messa in stato di liquidazione controllata della società. La prosecuzione delle opere, come la realizzazione della metro C, sarà garantita dalla continuità aziendale. Inoltre l’amministrazione capitolina continuerà a portare avanti tutte le azioni necessarie a dar corso alla riorganizzazione di Roma Metropolitane come previsto dalla delibera 53 del 28 settembre 2017 che miri alla salvaguardia delle professionalità funzionali nell’ambito di un confronto con le organizzazioni sindacali.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

2 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»