Conte: “Liquidità alle imprese, decreto in massimo tre giorni”

Il presidente del Consiglio spiega che il decreto di "aprile"rispondera' piu' in particolare alle richieste delle famiglie
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Due al massimo tre giorni. E’ il tempo che il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha indicato alle opposizioni per il decreto stralcio che dovra’ anticipare liquidita’ alle imprese. Lo apprende la Dire da fonti che partecipano al tavolo.

“Siamo al lavoro per anticipare in un decreto-legge, da adottare subito, le misure più urgenti per dare liquidità alle imprese. Avvertiamo tutta l’urgenza di intervenire prima possibile”, aveva spiegato Conte durante il vertice.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, confermate tutte le limitazioni fino al 13 aprile

NUOVO DECRETO DI APRILE E TAVOLO CON LE OPPOSIZIONI

 Il decreto di “aprile” rispondera’ piu’ in particolare alle richieste delle famiglie.

Il presidente del consiglio Giuseppe Conte nel corso del vertice a palazzo Chigi, a quanto si apprende ha tracciato il quadro economico generale e proposto “un tavolo maggioranza-opposizione” che si riunisca “con ritmo più serrato” al fine di assicurare un “confronto che porti alla più ampia condivisione possibile anche sul piano sostanziale”.

“NON ABBASSIAMO LA GUARDIA”

“Il Comitato tecnico scientifico ci invita a non abbassare la guardia. Dobbiamo programmare un ritorno alla normalità che deve essere fatto con gradualità e deve consentire a tutti, in prospettiva, di tornare a lavorare in sicurezza. Valorizzeremo ulteriormente i protocolli di sicurezza. Questo il nostro impegno”, ha poi aggiunto Conte.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

1 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»