Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Sicurezza anti-sismica. Santoro: “1 milione alla scuola di Corno di Rosazzo”

TRIESTE - Con decreto del ministro dell'Istruzione, dell'Università e della
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
santoroTRIESTE – Con decreto del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sono stati assegnati al Friuli Venezia Giulia ulteriori fondi per quasi un milione di euro da destinare a interventi straordinari di riduzione del rischio sismico. L’importo totale (972.000 euro) andrà a finanziare opere di adeguamento antisismico nella scuola primaria “Molinari Pietra” di Corno di Rosazzo.
I fondi statali sono destinati all’attuazione di interventi di adeguamento strutturale e antisismico degli edifici del sistema scolastico, sulla base del piano regionale dell’edilizia scolastica trasmesso dalla Regione al Ministero. La graduatoria è stilata in base al più alto indice di rischio sismico certificato.
In base al decreto ministeriale, il Comune beneficiario del finanziamento deve approvare le progettazioni esecutive e effettuare l’aggiudicazione dei lavori almeno in via provvisoria entro dieci mesi. La durata dei lavori, invece, non deve superare i due anni.
L’assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio, Mariagrazia Santoro, esprime la sua soddisfazione sottolineando come “il piano nazionale di interventi per il miglioramento del patrimonio edilizio scolastico ci trova ancora una volta pienamente preparati, avendo una graduatoria già approvata e pronta per accogliere nuovi riparti”.
“La Giunta regionale – prosegue Santoro – ha approvato a fine gennaio il bando per l’efficientamento energetico che assegna dieci milioni di euro di contributi, di cui 1,5 derivanti da fondi regionali. Complessivamente abbiamo già sbloccato 300 interventi di edilizia scolastica in tutta la regione”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»