AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE friuli v.g.

A Gemona i writers riqualificano la città

elementi sotterranei (700 x 700)ROMA – Dal 29 maggio al 7 giugno Gemona del Friuli – città ricostruita con il cemento dopo la devastazione del terremoto del ’76 – si avvarrà della bravura di writers che arriveranno da ogni parte del mondo per riqualificarla e abbellirla. L’occasione sarà la decima edizione per ‘Elementi Sotterranei’, festival internazionale di street art. Su impulso dell’associazione culturale di promozione sociale ‘Bravi Ragazzi’, Gemona è diventata un museo a cielo aperto riconosciuto a livello internazionale da tutti gli artisti di arte urbana. Questi ultimi si fanno a loro volta portavoce per altri artisti creando un passaparola e una rete tangibile che con questa decima edizione, avrà portato nella città a ridosso delle Prealpi Giulie 142 artisti. Il tutto con la complice ospitalità degli abitanti di Gemona che li invitano gratuitamente nelle loro case.

Nelle ultime nove edizioni del festival, sono passati a Gemona artisti internazionali da Spagna, Olanda, Germania, Svezia, Brasile, Bulgaria, Inghilterra, Francia, Portogallo, Svizzera e Italia, del calibro di Loomit, Belin, Dms, TelmoMiel, Macs, Ecb, Peeta, Erase e molti altri, inclusi numerosi emergenti.

Per festeggiare la decima edizione, i writers al lavoro saranno 60 e la superficie da dipingere di 2.000 metri quadrati. Gli artisti – tra cui due donne, D.Ninja dal Brasile e Yu-Baba dalla Bielorussia – arriveranno da tutta Italia con una buona rappresentanza del Friuli Venezia Giulia, dalla Bulgaria, dalla Spagna, dalla Slovenia, dal Brasile, dalla Bielorussia, dalla Croazia, dalla Germania, dalla Polonia, dall’Olanda e dal Perù. Per tanti sarà la prima volta a Gemona, altri sono ormai degli affezionati frequentatori di Elementi Sotterranei.

Ogni anno il festival propone un tema d’attualità, sociale o ambientale, su cui poi gli artisti sono chiamati a lavorare. La decima edizione di ‘Elementi Sotterranei’ è dedicata a Energie. Con questo filo conduttore, i Bravi Ragazzi vogliono stimolare la riflessione su come l’essere umano usi e trasformi le diverse risorse in suo possesso, in ambito ambientale, tecnologico e sociale, per lo sviluppo del pianeta, del proprio status e delle relazioni interpersonali. L’obiettivo è creare occasioni di confronto e dibattito attraverso conferenze, laboratori e il writing.

Energie, inoltre, sintetizza e racchiude tutte le tematiche percorse durante dieci anni di lavoro, che sono state l’acqua, la terra, diritti umani, sviluppo sostenibile, il riciclo, le generazioni, la sovranità alimentare. Il tema è ampio per lasciare ancora più libero sfogo ai gruppi di artisti. Si tratta di indagare il modo di rapportarsi con il paesaggio e il territorio in simbiosi all’energia stessa sprigionata dall’atto artistico.

In parallelo al lavoro dei writers professionisti, anche in questa edizione di Elementi Sotterranei, saranno proposte attività di vario genere per incoraggiare nuove riflessioni sul tema e coinvolgere il maggior numero di persone di ogni età. Ci saranno laboratori didattici e creativi per bambini, workshop di graffiti e di pittura, proiezioni, concerti, incontri e tante altre iniziative culturali, promosse in collaborazione con le associazioni del territorio.

Tutte le opere realizzate possono essere visitate in giornata. Sono suddivise in due percorsi fondamentali, quello lungo la stazione dei treni e quello nel centro storico.

31 marzo 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988