San Marino

Imprese, il Titano entra nel sistema delle omologazioni

SAN MARINO – Grazie all’adesione di tre accordi “Unece”, Il Titano potrà a breve rilasciare certificati di omologazione dei veicoli, validi in tutti gli altri Stati, e magari attirare su di sé l’attenzione di grandi case automobilistiche. Una nota della segreteria di Stato per l’Industria sottolinea il valore di un’adesione storica per la Repubblica di San Marino, ovvero quella a tre accordi in ambito Unece, acronimo di United Nations Economic Commissione for Europe, organismo cui San Marino partecipa del 1992 che sovrintende tra l’altro all’omologazione dei veicoli a motore per il trasporto su terra, nonché di ogni sistema, dispositivo o componente tecnico destinato a tali veicoli. E proprio questo è il tema dei tre accordi di natura tecnica cui il Titano aderirà entro breve. In dettaglio, l’omologazione dei veicoli o parti di essi è obbligatoria per poter immettere sul mercato il veicolo in questione o le sue parti. E’ sufficiente che un solo Stato membro conceda l’omologazione affinché quel tipo di veicolo possa essere immatricolato nella Comunità internazionale, sulla base del certificato di conformità.

“L’adesione ai tre accordi- chiarisce la nota di Palazzo Mercuri- permetterà quindi al nostro Paese di diventare a tutti gli effetti parte del sistema di omologazione, con la possibilità quindi di poter rilasciare certificati di omologazione dei veicoli, validi in tutti gli altri Stati”.

La triplice adesione rappresenta per il Titano “l’opportunità di importanti introiti economici- conclude la nota- la Repubblica di San marino, offrendo minore burocrazia e maggiore qualità dei servizi rispetto ad altri paesi, può infatti attirare le più importanti case automobilistiche per l’omologazione dei loro veicoli o di parti di essi”.

30 settembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»