AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Ecco tutte le leggi che hanno modificato la Costituzione

nuovo sito riforme costituzionali governoROMA – Modifiche della Costituzione, se ne discute animatamente in queste settimane in vista della data per il referendum sulla riforma voluta fortemente dal governo Renzi. Ma quante sono le leggi di modifica costituzionale approvate nel corso delle varie legislature? La Camera dei deputati, sul suo profilo Twitter ufficiale, ha deciso di ricordare tutte le leggi che hanno modificato o integrato il testo della Costituzione con un link alla sezione ‘Portale storico’ sulle leggi costituzionali. E’ diviso in tre sezioni: leggi di revisione costituzionale; leggi che hanno modificato gli Statuti; altre leggi costituzionali.

LE LEGGI DI REVISIONE COSTITUZIONALE

Il testo originario della Costituzione ha subito negli anni alcune modificazioni, approvate secondo il procedimento previsto dall’art.138 Cost. Si parte dal 1963 e si arriva, attraverso 15 progetti di revisione, al 2012. L. cost. 9 febbraio 1963, n. 2, ‘Modificazioni agli articoli 56, 57 e 60 della Costituzione’, sull’elezione della Camera e del Senato. L. cost. 27 dicembre 1963, n. 3, ‘Modificazioni agli articoli 131 e 57 della Costituzione e istituzione della regione Molise’. L. cost. 22 novembre 1967, n. 2, ‘Modificazioni dell’articolo 135 della Costituzione e disposizioni sulla Corte costituzionale’. L. cost. 16 gennaio 1989, n. 1, ‘Modifiche degli articoli 96, 134 e 135 della Costituzione e della legge costituzionale 11 marzo 1953, n. 1, e norme in materia di procedimenti per i reati di cui all’articolo 96 della Costituzione’ sui reati commessi dal presidente del Consiglio dei ministri e dai ministri nell’esercizio delle loro funzioni. L. cost. 4 novembre 1991, n. 1, ‘Modifica dell’articolo 88, secondo comma, della Costituzione’ sullo scioglimento delle Camere. L. cost. 6 marzo 1992, n. 1, ‘Revisione dell’articolo 79 della Costituzione in materia di concessione di amnistia e indulto’. L. cost. 29 ottobre 1993, n. 3, ‘Modifica dell’articolo 68 della Costituzione’, sulla immunità parlamentare. L. cost. 22 novembre 1999, n. 1, ‘Disposizioni concernenti l’elezione diretta del Presidente della Giunta regionale e l’autonomia statutaria delle Regioni’. L. cost. 23 novembre 1999, n. 2, ‘Inserimento dei principi del giusto processo nell’articolo 111 della Costituzione’. L. cost. 17 gennaio 2000, n. 1, ‘Modifica dell’articolo 48 della Costituzione concernente l’istituzione della circoscrizione Estero per l’esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all’estero’. L. cost. 23 gennaio 2001, n. 1, ‘Modifiche agli articoli 56 e 57 della Costituzione concernenti il numero dei deputati e senatori in rappresentanza degli italiani all’estero’. L. cost. 18 ottobre 2001, n. 3, ‘Modifiche al titolo V della parte seconda della Costituzione’. L. cost. 30 maggio 2003, n. 1, ‘Modifica dell’articolo 51 della Costituzione’, sulle pari opportunità tra donne e uomini. L. cost. 2 ottobre 2007, n. 1, ‘Modifica dell’articolo 27 della Costituzione, concernente l’abolizione della pena di morte’. L. cost. 20 aprile 2012, n. 1, ‘Introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale’.

LE LEGGI CHE HANNO MODIFICATO GLI STATUTI

Altre leggi costituzionali hanno, invece, approvato o modificato gli statuti delle Regioni ad autonomia speciale. L. cost. 26 febbraio 1948, n. 2, “Conversione in legge costituzionale dello Statuto della Regione siciliana”. L. cost. 26 febbraio 1948, n. 3, “Statuto speciale per la Sardegna”. L. cost. 26 febbraio 1948, n. 4, “Statuto speciale per la Valle d’Aosta”. L. cost. 26 febbraio 1948, n. 5, “Statuto speciale per il Trentino-Alto Adige”. L. cost. 31 gennaio 1963, n. 1, “Statuto speciale della Regione Friuli-Venezia Giulia”. L. cost. 10 novembre 1971, n. 1, “Modificazioni e integrazioni dello Statuto speciale per il Trentino-Alto Adige”. L. cost. 23 febbraio 1972, n. 1, “Modifica del termine stabilito per la durata in carica dell’Assemblea regionale siciliana e dei consigli regionali della Sardegna, della Valle d’Aosta, del Trentino Alto Adige, del Friuli-Venezia Giulia”. L. cost. 9 maggio 1986, n. 1, “Modifica dell’articolo 16 dello statuto speciale per la Sardegna, approvato con la legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3, concernente la definizione del numero z” L. cost. 12 aprile 1989, n. 3, “Modifiche ed integrazioni alla legge costituzionale 23 febbraio 1972, n. 1, concernente la durata in carica dell’Assemblea regionale siciliana e dei consigli regionali della Sardegna, della Valle d’Aosta, del Trentino Alto Adige e del Friuli-Venezia Giulia. Modifica allo statuto speciale per la Valle d’Aosta”. L. cost. 23 settembre 1993, n. 2, “Modifiche ed integrazioni agli statuti speciali per la Valle d’Aosta, per la Sardegna, per il Friuli-Venezia Giulia e per il Trentino-Alto Adige”. L. cost. 31 gennaio 2001, n. 2, “Disposizioni concernenti l’elezione diretta dei presidenti delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e Bolzano”. L. cost. 7 febbraio 2013, n. 1, “Modifica dell’articolo 13 dello Statuto speciale della regione Friuli-Venezia Giulia, di cui alla legge costituzionale 31 gennaio 1963, n. 1”. L. cost. 7 febbraio 2013, n. 2, “Modifiche all’articolo 3 dello Statuto della Regione siciliana, in materia di riduzione dei deputati dell’Assemblea regionale siciliana. Disposizioni transitorie”. L. cost. 7 febbraio 2013, n. 3, “Modifica degli articoli 15 e 16 dello Statuto speciale per la Sardegna, di cui alla legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3, in materia di composizione ed elezione del Consiglio regionale”.

LE ALTRE LEGGI COSTITUZIONALI

Altre leggi costituzionali hanno introdotto norme di rango costituzionale, talvolta anche in deroga a disposizioni della Costituzione. L. cost. 9 febbraio 1948, n. 1, ‘Norme sui giudizi di legittimità costituzionale e sulle garanzie d’indipendenza della Corte costituzionale’. L. cost. 11 marzo 1953, n. 1, ‘Norme integrative della Costituzione concernenti la Corte costituzionale’. L. cost. 18 marzo 1958, n. 1, ‘Scadenza del termine di cui alla XI delle «Disposizioni transitorie e finali» della Costituzione’ L. cost. 9 marzo 1961, n. 1, ‘Assegnazione di tre senatori ai comuni di Trieste, Duino Aurisina, Monrupino, Muggia, San Dorligo della Valle e Sgonico’. L. cost. 21 giugno 1967, n. 1, ‘Estradizione per i delitti di genocidio’. L. cost. 3 aprile 1989, n. 2, ‘Indizione di un referendum di indirizzo sul conferimento di un mandato costituente al Parlamento europeo che sarà eletto nel 1989’. L. cost. 6 agosto 1993, n. 1, ‘Funzioni della Commissione parlamentare per le riforme istituzionali e disciplina del procedimento di revisione costituzionale’. L. cost. 24 gennaio 1997, n. 1, ‘Istituzione di una Commissione parlamentare per le riforme costituzionali’. L. cost. 23 ottobre 2002, n. 1, ‘Legge costituzionale per la cessazione degli effetti dei commi primo e secondo della XIII disposizione transitoria e finale della Costituzione’.

LEGGI ANCHE

Referendum, Boschi: “Spero che non torni chi per 30 anni ha fallito”

La Cassazione ammette il referendum sulla Costituzione

30 agosto 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988