Al Congresso delle Famiglie lite tra Forza Nuova e Pro Vita

Probabilmente non è piaciuto agli organizzatori che Forza Nuova abbia approfittato della presenza dei giornalisti per lanciare il comitato referendario per l'abrogazione della Legge 194
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VERONA – Al Congresso mondiale delle famiglie, Forza Nuova ha annunciato un’iniziativa referendaria per abolire la Legge 194. Gli esponenti veronesi Luca Castellini e Pietro Amedeo, di fronte al Palazzo Gran Guardia di Verona, dov’è in corso il Wcf, hanno lanciato un comitato referendario “che in futuro proporrà da una parte l’abrogazione della 194 e dall’altra una serie di misure a sostegno della famiglia naturale”. “L’aborto è un’uccisione – hanno detto- se tornare a dare valore alla vita, sì torniamo indietro”. 

“L’idea- ha spiegato Amedeo- è togliere la libertà di scegliere se abortire o meno, a meno di gravi condizioni o rischi per la salute”.

Agli esponenti di Forza Nuova che hanno presentato alla stampa il comitato referendario per l’abrogazione della Legge 194 di fronte alla sede del Wcf di Verona, è stato impedito il rientro al Congresso. Probabilmente, non è piaciuto agli organizzatori che Forza Nuova abbia approfittato della presenza dei giornalisti per lanciare una propria iniziativa. Luca Castellini e Pietro Amedeo avevano regolarmente effettuato la registrazione all’evento e acquistato il biglietto. Ora, rimangono in attesa che qualcuno esca a spiegargli le motivazioni di tale decisione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»