AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE mondo

Terrorismo, paura ingiustificata? Negli Usa cadute dal letto e tagliaerba uccidono di più


ROMA – Persino le brutte cadute dal letto negli Stati Uniti mietono più morti degli attentati terroristici: 737 contro 2. Lo rivela una ricerca condotta dal quotidiano americano ‘Huffington Post’ un anno fa, ma che l’attrice Kim Kardashian ha rispolverato attraverso i suo profilo Twitter, in risposta al provvedimento adottato dal Presidente Donald Trump che vieta l’ingresso negli States a persone provenienti da sette paesi a maggioranza islamica. Tale misura, nelle intenzioni dell’amministrazione Trump, è un modo per garantire e rafforzare la sicurezza nazionale in chiave anti-terrorista.

L’analisi dell’Hp attinge da dati statistici provenienti da organizzazioni governative e non, e indica il numero medio all’anno, calcolato su un arco di tempo di dieci anni, di morti provocate da determinati incidenti. Così, se le vittime causate dagli estremisti stranieri sono soltanto due – nove se si includono anche gli americani – quelle per colpi d’arma da fuoco esplosi da cittadini statunitensi sono 11.737.

A seguire le già citate cadute dal letto: 737. Sono 264 le persone investite dai mezzi pubblici, 69 quelle rimaste vittima di un tagliaerba e 31 quelle folgorate da un fulmine. Ben 21 persone hanno perso la vita poiché un bambino piccolo ha accidentalmente esploso un colpo d’arma da fuoco, e cinque infine quelli uccisi da estremisti di estrema destra.

di Alessandra Fabbretti

30 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram