Referendum, a San Marino dibattito per i residenti italiani

sm_referendum2SAN MARINO – Anche gli oltre 4 mila residenti italiani sul Titano si preparano al voto per il referendum di domenica prossima. L’associazione Comites San Marino, in collaborazione con l’associazione San Marino-Italia, ha infatti organizzato un dibattito dal titolo “Le Ragioni di una scelta”, in cui “i cittadini- spiega una nota di Comites- hanno avuto l’occasione di confrontarsi e chiarire gli aspetti di questa riforma costituzionale che viene sottoposta a referendum confermativo, senza quorum, domenica scorsa, alla sala Titano al Kursaal di San Marino Città”.

Come relatori per il sì erano presenti Giorgio Pruccoli, consigliere regionale Pd, e Manuela Fabbri, giornalista, per il no l’euro-deputato Marco Affronte, M5s, e Gabriele Paci, giornalista ed editore. “Per i relatori è stato semplice confrontarsi con domande classiche, e forse anche scontate, che noi del Comites, in veste di moderatori della giornata, avevamo preparato”, racconta la nota. “Ma quando si è aperto il confronto al pubblico- prosegue- gli animi si sono subito scaldati”.

La cittadinanza “ha potuto interfacciarsi con i propri referenti politici e non, per fare domande scomode e avere risposte”. L’incontro, per gli organizzatori, è stato esaustivo. Per il referendum di domenica, gli italiani residenti sul Titano potranno esprimere il proprio voto per corrispondenza: la scadenza per la consegna del plico elettorale è “entro e non oltre le ore 16” di giovedì 1 dicembre.

29 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»