AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

Anche a Bologna arriva la Cena in bianco, il ‘dove’ è ancora top secret

cena_in_bianco

BOLOGNA – Ci si veste tutti di bianco, si porta il cibo da casa in contenitori bianchi, oltre a tovaglia, candele e fiori, piatti e bicchieri (vietata la plastica) e si riportano via i rifiuti prodotti. A Bologna, in un luogo che verrà svelato solo all’ultimo momento sulla pagina Facebook, la sera di venerdì 9 settembre arriva la “Cena in bianco“, l’iniziativa ideata nel 2012 dalla torinese Antonella Bentivoglio d’Affitto e adottata e organizzata a Bologna dall’Admo (Associazione donatori di midollo) che già tanti appuntamenti ha visto in Italia. La serata è aperta a tutti, gratuita per i partecipanti, e all’insegna dei valori di convivialità e condivisione, segue i valori delle cinque “E”: Etica, estetica, ecologia, educazione, eleganza. Un solo codice colore per la tavola e per l’abbigliamento, il bianco, il colore base ed il più fotografico di tutti.

cena bianco

“TRASFORMIAMO UNA PIAZZA IN UNA CAMERA DA PRANZO A CIELO APERTO”

Come spiegano gli stessi ideatori sul sito ufficiale Cenainbiancounconventionaldinner  (che è un marchio registrato), “vestiamo tutti insieme di bianco una piazza, una strada un giardino, un luogo a sorpresa ogni volta diverso delle nostre città e paesi, trasformandolo in una ‘camera da pranzo’ a cielo aperto“. Anche per Bologna, dunque, la formula sarà la stessa: ognuno si prepara e porta tutto da casa, allestisce la propria tavola con candele, fiori, lanterne, segnaposti, menu e palloncini. Ci si porta anche il tavolo (rettangolare o quadrato), sedie, tovaglia e tovaglioli in tessuto, posate in metallo, piatti in ceramica, bicchieri in vetro. Ognuno sceglie il proprio menu e lo prepara (sul sito si trovano le ricette bianche) e mette in tavola solo acqua e vino (assolutamente vietati i superalcolici). Alla fine, ognuno si occupa dei propri rifiuti e lascia il luogo pulito come lo ha trovato. Il dress code, manco a dirlo, richiede di essere vestiti di bianco, come bianchi devono essere il cesto, la borsa frigo, il carrellino della spesa o il trolley che servono per il cibo.

L’iniziativa ha anche i suoi hastag #cenainbiancobologna #cenainbianco #tuttonascedaunsogno #piccolecosesemplici. Per informazioni e per dare l’adesione bisogna inviare una mail a: [email protected] Le informazioni sul progetto, insieme con i filmati tutorial, le immagini di ispirazione, le regole della Cena in bianco sono sul sito

di Angela Sannai, giornalista professionista

Le foto dell’articolo sono tratte dalla pagina facebook Cena in bianco Bologna

28 agosto 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988