AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Verso l’approvazione della riforma “Buona scuola”. Malpezzi: Così cambia l’articolo 1

“E’ stato la prima giornata dedicata agli emendamenti: siamo ottimisti perche’ e’ stato presentato un emendamento dalla relatrice, fondamentale, che e’ stato accolto e ha rivisitato tutto l’articolo 1. Finalmente viene definita l’idea di autonomia che noi avevamo in testa: flessibilita’ all’interno dell’orario curricolare, settimanale e la gestione del tempo pieno secondo le esigenze di alunni e genitori. E’ stato accolto da tutti, ha votato contro solo Forza Italia, un grande successo”. Simona Malpezzi, deputata del Pd in commissione Cultura, (anche su www.dire.it), si dice soddisfatta di come procede la riforma della ‘buona scuola’ del governo Renzi.

 Nella videointervista all’agenzia Dire, riassume cosi’ i lavori di oggi in VII commissione a Montecitorio: “Poi ci siamo spostati all’articolo 2 e ci sono tre passaggi importanti da segnalare. Il primo e’ la grande attenzione nei confronti della musica, della cultura e della pratica musicale. Poi e’ stato riformulato e accolto un emendamento della Lega a dimostrazione che c’e’ volonta’ di dialogare con tutti che stabilisce, e noi lo sposiamo in pieno, che l’organizzazione del piano triennale viene fatta in collaborazione con il consiglio d’istituto e il collegio dei docenti; infine- conclude Malpezzi- un emendento chiarificatorio di Rocchi (Pd) che scrive nero su bianco che non esisteranno nell’organico dell’autonomia docenti di serie A o serie B, ma tutti concorreranno a essere organico dell’autonomia contribuendo all’offerta formativa di quella scuola”.

27 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram