Emilia Romagna

Confartigianato: abolire l’Imu sui capannoni/VIDEO

BOLOGNA – Bene l’abolizione dell’Imu sulla prima casa, ma è necessario toglierla anche sui capannoni e i laboratori per le imprese artigiane, che sono le “armi” per produrre, e detassare gli utili reinvestiti in azienda. Sono queste le richieste di Confartigianato al Governo in vista della legge di stabilità: se ne è parlato ieri pomeriggio a Bologna in un incontro, organizzato nella sede di Confartigianato, in cui era ospite il deputato Pd Gianluca Benamati, capogruppo in commissione Attività produttive.

“L’Imu su capannoni e laboratori per noi artigiani è una tassa antipatica, perché la vediamo come una tassa sul lavoro, visto che siamo costretti a pagare per le armi fondamentali per il nostro lavoro”, dice il presidente di Confartigianato Emilia-Romagna, Marco Granelli. Oltre a questo (“una battaglia che non abbandoneremo”, assicura Granelli), un’altra proposta che arrivava dal mondo di artigiani e piccoli imprenditori era quella di detassare gli utili reinvestiti in azienda, che “avrebbe costituito un volano per un momento ancora grave”, prosegue Granelli.

Al di là di queste due richieste, quella al varo del Parlamento non è una cattiva legge per il mondo dell’artigianato: Granelli spiega che c’è soddisfazione per le misure su Irap, Ires e per il mantenimento del bonus su ristrutturazioni e interventi di efficientamento energetico. Da Benamati arriva un impegno a lavorare nella direzione delle richieste di Confartigianato. “Per quanto riguarda la detassazione degli utili reinvestiti in azienda, c’è qualcosa nella legge di stabilità che riguarda l’aggregazione e gli investimenti. Si può fare di più, se e una cosa che sentite è un lavoro su cui si può proseguire, credo si possa lavorare”, afferma Benamati.

Per quanto riguarda l’abolizione dell’Imu sui capannoni, invece, ammette con sincerità il deputato Pd, “si tratta di un lavoro lungo, che andrà avanti dopo la legge di stabilità“. Escludere i capannoni e i beni strumentali dal pagamento dell’Imu, conclude Benamati, “è il passo successivo alla riduzione dell’Imu sugli ‘imbullonati’, ha un peso economico notevole, ma credo che sia un passo che come Governo dovrà essere affrontato nel prossimo futuro”.

24 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»