Anna Frank, Lotito in Sinagoga; più posti per migranti; venerdì sciopero dei trasporti - DIRE.it

Lazio

Anna Frank, Lotito in Sinagoga; più posti per migranti; venerdì sciopero dei trasporti


LOTITO DEPONE CORONA FIORI A SINAGOGA DOPO ADESIVI ANNA FRANK

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha deposto questa mattina due corone di fiori sul muro della Sinagoga, dopo le polemiche per gli adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma attaccati da alcuni tifosi biancocelesti in Curva Sud. Lotito ha annunciato l’organizzazione di un viaggio annuale ad Auschwitz per 200 ragazzi tifosi della Lazio. Inoltre la squadra biancoceleste indosserà domani a Bologna, durante il riscaldamento pre-partita, una maglia commemorativa di Anna Frank. “Quello che è successo non deve essere dimenticato- ha detto Lotito- Il club vuole fare chiarezza sugli autori di questi fatti tramite l’utilizzo delle telecamere”.

MIGRANTI, CAMPIDOGLIO AMPLIA ACCOGLIENZA: 38,8% POSTI IN PIU’

Il Campidoglio sta predisponendo bandi e procedure di gara per ampliare di 864 posti il circuito dell’accoglienza della Capitale, con un aumento del 38,8%. I posti passeranno dagli attuali 2.224 a quota 3.088. E’ quanto ha appreso l’agenzia Dire che questa mattina ha assistito alla riunione della commissione Politiche sociali. I nuovi 864 posti saranno divisi tra 784 nel circuito Sprar e 80 in quello no Sprar. A questi si aggiungeranno 100 posti in più per un anno dedicati alle famiglie fragili all’interno del Piano freddo, rivolti in particolare a situazioni post sgombero.

TRASPORTI, VENERDI’ SCIOPERO A ROMA: DISAGI A BUS E METRO

Il 27 ottobre rischia di essere un altro venerdì nero per la Capitale. Il trasporto pubblico sarà a rischio per lo sciopero generale nazionale delle categorie pubbliche e private indetto dai sindacati Cub, Sgb, Usi Cobas, Usi Ait, Slai Cobas. L’agitazione interesserà bus, tram, metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo e i bus periferici della Roma Tpl. Saranno comunque in vigore le fasce di garanzia: servizio assicurato fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20.

ZINGARETTI: NO A CANCELLAZIONE LISTINO MA RIDUZIONE

Ridurre, ma non cancellare il listino. E’ la proposta avanzata dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante il suo intervento nell’aula della Pisana, dove è in corso la discussione sulla legge elettorale. “Il Lazio ha una buona legge elettorale, che ha garantito in questi anni stabilità di governo- ha detto Zingaretti- L’unico obbligo che abbiamo è l’introduzione della preferenza di genere. Un dovere politico e istituzionale”. Critiche dall’opposizione. Secondo il capogruppo di Forza Italia, Antonello Aurigemma, “con il mantenimento del listino il governatore tradisce il mandato elettorale”.

24 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»