Ucciso a Milano l’attentatore di Berlino. Minniti: "Amri ha sparato subito. Ferito l'agente Movio" - DIRE.it

Lombardia

Ucciso a Milano l’attentatore di Berlino. Minniti: “Amri ha sparato subito. Ferito l’agente Movio”


MILANO – Secondo quanto riferito dalla polizia, la Volante si sarebbe fermata in piazza primo maggio, di fronte alla stazione di Sesto San Giovanni, per un normale controllo. L’uomo, che era a piedi, alla richiesta di mostrare i documenti avrebbe tirato fuori una pistola dallo zaino e avrebbe sparato a un poliziotto, colpendolo a una spalla. A quel punto gli agenti avrebbero risposto al fuoco, sparando all’uomo, poi deceduto. L’uomo, che con se’ non aveva documenti, non e’ ancora stato identificato. Il poliziotto colpito alla spalla e’ stato portato all’ospedale di Monza: le sue condizioni non sarebbero gravi.

MINNITI: UCCISO E’ ANIS AMRI, SENZA OMBRA DI DUBBIO

“La persona uccisa e’ risultata essere senza ombra di dubbio Anis Amri, il presunto sospettato dell’attentato terroristico a Berlino”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Marco Minniti.

MINNITI: AMRI HA SPARATO SUBITO, FERITO AGENTE CRISTIAN MOVIO

Il ministro dell’interno Marco Minniti ricostruisce cosi’ le fasi dell’uccisione di Anis Amri a Sesto San Giovanni: “Questa notte alle tre del mattino a Sesto San Giovanni nel corso di normale attivita’ di controllo del territorio una pattuglia della polizia di stato ha fermato una persona che si aggirava con fare sospetto. Nel momento in cui e’ stato fermato, l’uomo, senza esitare, ha immediatamente estratto una pistola e ha sparato nei confronti dell’agente di polizia che gli ha chiesto i documenti. L’agente si chiama Cristian Movio, e’ stato attinto in parti non vitali e in questo momento e’ ricoverato in ospedale ma non in pericolo di vita”. Minniti aggiunge: “Immediatamente la pattuglia ha reagito. La persona che ha aggredito la nostra pattuglia e’ stata uccisa. La pattuglia era composta oltre che dall’agente Movio anche dall’agente Lauca Scata’, che e’ rimasto illeso”.

MINNITI: OPERAZIONE AVVENUTA IN TOTALE SICUREZZA

 “L’operazione è avvenuta alle 3 di notte in un centro importante del nostro paese, si è fatta in totale sicurezza, nel senso che l’unico problema è stato per gli operatori di Polizia”. Lo sottolinea il ministro dell’Interno Marco Minniti.

MINNITI: INDAGINI IN CORSO, POSSIBILI SVILUPPI FUTURI

“La cosa puo’ portare anche a sviluppi futuri. Per ovvie ragioni”. Cosi’ il ministro dell’interno Marco Minniti, in conferenza stampa al Viminale, accenna agli sviluppi delle indagini in seguito all’uccisione del terrorista Anis Amri a Sesto San Giovanni.

MINNITI: INFORMATE SUBITO AUTORITA’ TEDESCHE

“Abbiamo informato tempestivamente le autorita’ tedesche. Lo abbiamo fatto sia a livello politico che di forze di polizia”. Lo dice il ministro dell’Interno Marco Minniti, in conferenza stampa al Viminale dopo l’uccisione del killer di Berlino, Anis Amri, a Sesto San Giovanni.

MINNITI: MOVIO STRAORDINARIO, GRAZIE A LUI NATALE PIÙ FELICE

“Ho parlato personalmente con Movio, gli ho fatto gli auguri di pronta guarigione, il ragazzo è molto motivato, è una persona straordinaria, lo ho ringraziato per la personalità dimostrata insieme al collega”. Così il ministro dell’Interno Marco Minniti parla del poliziotto ferito nell’operazione di stanotte. Minniti assicura: “Andrò personalmente ad abbracciarlo, grazie a persone come lui gli italiani potranno fare un Natale più felice”, conclude il ministro.

MINNITI: PIU’ TOTALE SODDISFAZIONE, ITALIA GRATA A POLIZIOTTI

“Consentitemi di esprimere la mia piu’ totale soddisfazione. Noi guardiamo a questi due ragazzi e all’equipaggio della volante come persone straordinarie”. Lo dice il ministro dell’Interno Marco Minniti, in conferenza stampa dopo l’operazione di polizia che ha portato all’uccisione di Anis Amri, il killer di Berlino. “Facendo semplicemente il loro dovere- aggiunge il titolare del Viminale- hanno fatto un servizio straordinario alla comunita’. Penso di poter interpretare il sentimento del nostro paese nel dire a questi due poliziotti che l’Italia e’ a loro grata”.

MINNITI: NOSTRO SISTEMA DI SICUREZZA FUNZIONA

L’operazione di stanotte dimostra che “c’è un sistema di sicurezza capace di funzionare”. Così il ministro dell’interno Marco Minniti, in conferenza stampa al Viminale.

 

 

 

23 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»