Da Bologna all’Olimpo del tip tap, 14enne bolognese alla sfida dei mondiali

La mamma è pianista, il padre violoncellista. Lui ha provato vari strumenti ma da quando ha iniziato il tip tap non ha mai smesso

Condividi l’articolo:

BOLOGNA – Se si pensa al tip tap, vengono i film degli anni ’40, quelli con Fred Astaire o la piccola Shirley Temple, un vero asso della tap dance. Guai, però a considerare il tip tap una disciplina antiquata apprezzata da qualche attempato amante della vecchia Hollywood: questo misto di danza e percussioni, nato nell’800 nei sobborghi americani con le sfide tra immigrati irlandesi e schiavi africani, piace anche ai giovanissimi di tutto il mondo che si sfideranno tra pochi giorni a Riesa, in Germania, per Ido World Tap Dance Championships 2018.

L’unico ballerino italiano in competizione per la categoria “children duos” assieme alla triestina Martina Mazziero, è il bolognese Tommaso Maria Parazzoli. Quattordici anni, nato e cresciuto sotto le Due Torri, Tomnaso assieme a Martina questa estate ha vinto il campionato italiano di tip tap in coppia under 15 a Rimini. A Riesa dovrà confrontarsi con i campioni mondiali di squadre che vantano una lunga tradizione nel tip tap come la Croazia, l’Ucraina, gli Stati Uniti, dove i ballerini si allenano quotidianamente per ore e dove la tap dance non è considerata una stravaganza per un pubblico di nicchia. Tommaso invece deve fare la spola tra Trieste, Milano e Roma, perché a Bologna non esiste una scuola di tip tap.

Quando non è in viaggio, si esercita a casa da solo: in camera, assieme ai libri del primo anno del liceo scientifico Righi, ha una pedana su cui sperimenta passi e coreografie. La musica, del resto, ce l’ha nel sangue. Il padre è il primo violoncello del Teatro Comunale di Bologna e la madre è pianista. Dopo avere sperimentato negli anni delle scuole elementari batteria, chitarra e tastiere, ‘Tommy ‘ ha deciso di far “suonare” i piedi.

Una passione, quella per la tap dance, iniziata con una borsa di studio alla Bernstein School of Musical Theater and the Performing Arts di Bologna per seguire un corso di musical. Shawna Farrell  (fondatrice della Bsmt) e Gillian Bruce, insegnante di tip dance e coreografa, gli insegnano i primi rudimenti del tip tap. Fatte suonare le ‘claquettes’ (inserti, generalmente di alluminio, che rivestono la punta il tacco delle scarpe) per la prima volta, non ha più smesso. Gillian lo scorso anno lo ha preparato per Danza in fiera, una delle principali manifestazioni di danza che ci sono in Italia: qui Tommy conquista tre borse di studio che gli permettono di iniziare a studiare più seriamente, seppur sempre girovagando per l’Italia.

Quest’anno, in primavera, al concorso Firenze Danza, Tommaso si presenta da solista con una coreografia di Gillian Bruce ed è proprio con questa performance che riesce a vincere una borsa di studio a New York, dove la scorsa estate si è specializzato nelle migliori scuole di tap dance: alla Steps on Broadway, al Broadway Dance Center e all’American Tap Dance Foundation (dove studia con Lisa La Touche degli Stomp). Adesso, il giovane ballerino bolognese si prepara ad una nuova sfida. 

Leggi anche:

23 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»