Giovani

Ricerca Swg, per gli italiani la rete indispensabile per lo sviluppo. Peccato sia poco usata

internet_utentiROMA – Cambia e si adegua alla tecnologia l’agenda delle priorità degli italiani. Accanto ad acqua, luce, gas spunta prepotentemente Internet. Secondo una recente ricerca – svolta tra il 9 e l’11 novembre scorsi su un campione di 2000 persone, dalla società Swg su accesso a Internet, competenze digitali e servizi online della Pubblica amministrazione –, infatti, il 51% degli intervistati ritiene il web e la rete indispensabile per lo sviluppo economico, culturale e sociale dei cittadini.

Un dato confortante controbilanciato dal fatto che il 40% del campione non ha usato Internet negli ultimi tre mesi. Pur riconoscendone le potenzialità, quindi, gli italiani non hanno ancora ceduto all’abitudine. Abitudine, soprattutto, ad utilizzare le opportunità in rete offerte dalla pubblica amministrazione. Il 41% del campione ritiene di avere le giuste competenze per affrontare e godere di Internet mentre il 35% si è detto convinto di dover approfondire la ‘materia’. Solo il 14% ritiene, invece, di avere, a tal proposito, una preparazione carente. Sui servizi on line della Pubblica amministrazione, però, ben il 29% degli intervistati ritiene che questi siano molto farraginosi e organizzati secondo una logica burocratica, quasi a ricalcare gli uffici reali.

Dalla vita di cittadini a quella di studenti. Per il 30% del campione molto importante è la digitalizzazione delle scuole, una questione che diventa “abbastanza” importante il 35% e “poco” importante per il 22. Qualunque siano le competenze specifiche personali e, al di là, degli ambiti di applicazione, per il 44% degli italiani la connessione a internet è oggi essenziale e per il 41% Internet può migliorare la vita.

23 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»