Trivelle, Costa: “Non firmo, mi sfiducino pure e torno all’Arma”

"La Via arriva da una commissione autonoma che rilascia un parere, ma poi ci deve essere una firma politica. E io non firmo", dice categorico il ministro dell'Ambiente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io sono per il ‘no trivelle’ e le trivelle passano per la Via. La Via arriva da una commissione autonoma che rilascia un parere che va su un tavolo politico. Non è un obbligo per il ministro firmarlo: la sua è una valutazione politica. Le trivelle, dunque, arrivano sul mio tavolo con la Via: io non le firmo. Mi sfiduceranno come ministro? Va bene, vuol dire che tornerò a fare il comandante dei Carabinieri“. Lo ha dichiarato il ministro all’Ambiente, Sergio Costa, questa mattina a Pescara per la presentazione del programma legato all’ambiente della candidata alla Regione Abruzzo per il Movimento 5 Stelle, Sara Marcozzi.

di Alessandra Farias

LEGGI ANCHE: 

Trivelle, Costa: “Mai firmate autorizzazioni. I permessi di questi giorni colpa del precedente governo”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

23 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»