Cultura

Cultura, a Viterbo sabato apre la mostra sugli Etruschi in 3D

etruschiVITERBO – Etruschi 3D: e’ questo il titolo della mostra multimediale itinerante che aprira’ i battenti sabato 24 ottobre alle ore 17 con l’inaugurazione all’interno dell’ex chiesa degli Almadiani. Fino al 4 maggio 2016, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30, tranne il lunedi’, sara’ possibile fare un viaggio nel tempo attraverso la ricostruzione virtuale di trentadue tombe etrusche.

Viterbo sara’ la prima citta’ dell’Etruria ad ospitare la mostra che poi verra’ allestita anche in altre citta’ che hanno preso parte al progetto di Experience Etruria. L’esposizione Etruschi in Europa 3D nasce nel 2010 ed e’ la prima mostra archeologica interamente realizzata con la tecnologia 3D. La mostra e’ stata al Museo Nazionale di Bruxelles MRAH, al Museo Nazionale del Mediterraneo di Stoccolma e al Museo delle Scienze di Torino raccogliendo oltre 150mila visitatori in totale.

In particolare, l’allestimento 2015 prevede importanti novita’, prima fra tutte la tecnologia anaglifica per consentire agli utenti di visitare l’intera esposizione mediante occhiali bicolore, facendo cosi’ esperienze 3D dei principali siti archeologici etruschi, ricostruiti con la tecnologia del laser scanning cosi’ come sono nei siti originali. Al centro dell’esposizione ci sara’ il Virtual tour che, con visione su grande schermo, permettera’ di passeggiare proprio come se si stesse visitando fisicamente le tombe di  Tarquinia, Chiusi, Cervetri o Vulci.

Ad arricchire la mostra ci saranno sessanta grandi fotografie e pannelli didattici in 3D, otto grandi monitor dove scorreranno le immagini divise per argomento tematico sul mondo degli Etruschi, un glossario virtuale sfogliabile, schede animate e proiezioni olografiche su speciali lastre che permetteranno ai visitatori di “toccare con mano” gli antichi manufatti etruschi.

Per la prima volta in assoluto sara’ presentata la ricostruzione virtuale in 3D della Tomba François di Vulci con affreschi ricostruiti e riattaccati alle pareti. Completeranno l’esposizione quattro schermi aerei per la proiezione di una ventina di tombe e due schermi laterali che proietteranno le ipotesi di ricostruzioni virtuali di un parziale dell’abitato etrusco di Acquarossa e le riprese di scavi in diretta dalle Necropoli Etrusche. Infine, non mancheranno  postazioni interattive dedicate ai piu’ giovani come le “Teste Parlanti di Historia”, che racconteranno ai ragazzi usi e costumi dell’antico popolo italico e i puzzle di oggetti da ricostruire che consentiranno ai piu’ piccoli di diventare per un giorno piccoli archeologi. La mostra, realizzata da Historia, l’Associazione per la Divulgazione e la Conservazione dei Beni Culturali d’Italia, con la collaborazione tecnica della Fondazione Bruno Kessler di Trento, consentira’ una vista a trecentosessanta gradi degli ipogei etruschi. L’ingresso sara’ gratuito.

22 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»