Costa D’Avorio, a scuola dalle missionarie al ‘Piccolo Baobab’

Foto di Francesco Pocchi

Foto di Francesco Pocchi

ROMA – Si chiamerà “Il piccolo baobab” la scuola materna delle suore della Sacra Famiglia, in missione ad Abidjan, in Costa d’Avorio, nel popolare quartiere periferico di Abobo-Baoule’. Come riferisce il Servizio informazione religiosa (Sir), si tratta di una micro-realizzazione giubilare presentata dall’arcivescovo di Abidjan, monsignor Jean Pierre Kutwa, con il coordinamento di suor Rosaria Giacone, della congregazione della Sacra famiglia.

Le missionarie hanno ideato il progetto per i bambini, aderendo a una campagna che vede impegnate la Fondazione Missio, Caritas italiana e Focsiv in un’importante iniziativa comune, voluta dalla Cei. Il progetto e’ nato dopo uno studio della realtà locale, reso possibile dalla approfondita conoscenza del luogo che la missione ha conseguito nella sua permanenza in Costa D’Avorio. Nella periferia a nord della capitale, il quartiere di Abobo-Baoule’ e’ stato spesso teatro di violenze. In questo contesto cosi’ fragile, le suore della Sacra famiglia si dedicano all’assistenza agli orfani, agli ammalati, ai disabili e agli emarginati. Suor Rosaria spiega: “Il nostro progetto di scuola elementare puo’ realizzare corsi di alfabetizzazione e di recupero, da tenere in un luogo attrezzato e sicuro nel quale gli alunni potranno crescere e sentirsi amati. Tutto cio’ per contrastare il degrado diffuso, causato dal conflitto sociale in cui e’ precipitato il Paese da alcuni anni, che ha portato e tuttora porta a condizioni limite di vivibilità”.

22 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»