Ecco chi sono i parlamentari eletti nelle Marche

ROMA – E’ stato un vero e proprio tsunami quello che ha interessato i rappresentanti parlamentari delle Marche. Spazzata via la pattuglia dem passata da 14 a 3 eletti.

Percorso inversamente proporzionale a quello del Movimento 5 Stelle che passa da 3 a 14. Record per la Lega che elegge 4 rappresentanti marchigiani mentre gli altri 3 se li spartiscono Forza Italia (2) e Fratelli d’Italia (1). Liberi e Uguali passa da 2 a 0.

Ecco la composizione della pattuglia costituita, come sempre, da 24 parlamentari.

CAMERA DEI DEPUTATI

  • M5S

ROBERTO CATALDI: avvocato 58enne ascolano eletto nel collegio uninominale alla Camera dei Deputati di Ascoli. Dirige la rivista online ‘Studiocataldi.it’ ed è autore di numerosi saggi giuridici

MAURIZIO CATTOI: ex comandante provinciale del Corpo Forestale di Pesaro Urbino è diventato, in seguito alla riforma Generale della Riserva dell’Arma dei Carabinieri forestali dal 2017. Eletto nel collegio uninominale di Fano lotta da 2 anni contro l’abolizione del Corpo Forestale dello Stato.

ANDREA CECCONI: Infermiere 34enne ha vinto il collegio uninominale alla Camera di Pesaro contro, tra gli altri, il ministro Marco Minniti. In campagna elettorale è finito nell’occhio del ciclone per il caso delle mancate restituzioni degli stipendi al partito. Si era detto pronto ad un passo indietro una volta eletto ma adesso sostiene di attendere il parere di Di Maio.

MIRELLA EMILIOZZI: Insegnante 50enne eletta nel collegio uninominale della Camera di Civitanova Marche-Fermo. Candidata a sindaco a Civitanova Marche nel 2012 è stata, una volta perse le elezioni, nei banchi dell’opposizione in consiglio comunale per 5 anni.

PAOLO GIULIODORI: Ricercatore 28enne dell’Università di Camerino, residente a Osimo, eletto nel listino proporzionale.

MARTINA PARISSE: Avvocato 34enne di Jesi. Quarta nel collegio plurinominale Marche Nord è entrata grazie alla vittoria di Andrea Cecconi, che era capolista, all’uninominale.

ROBERTO ROSSINI: Ingegnere informatico 36enne, residente a Fano, laureato all’Università Politecnica delle Marche. Anche lui, candidato nel collegio proporzionale, ha usufruito della vittoria di Cecconi all’uninominale (ed anche di Patrizia Terzoni) per entrare in Parlamento.

RACHELE SILVESTRI: Classe ’86 di Ascoli Piceno, capolista al proporzionale Marche sud, commessa in un supermercato. Militante dal 2009 nel Movimento 5 Stelle.

PATRIZIA TERZONI: Secondo mandato per la 36enne di Fabriano, tecnico di laboratorio laureata in ingegneria civile. Ha vinto il collegio uninominale di Ancona.

  • PD

ALESSIA MORANI: Ex vicecapogruppo alla Camera del Pd la 42enne pesarese è stata confermata in Parlamento grazie al posto da capolista nel collegio proporzionale Marche Nord. Professione avvocato. Ex assessore provinciale. Renziana

MARIO MORGONI: Assicuratore 63enne di Potenza Picena (Macerata) riconfermato in Parlamento grazie al terzo posto nel proporzionale Marche sud e alla vittoria di chi lo precedeva (Gentiloni e Madia) nei rispettivi collegi uninominali. Renziano

  • LEGA

LUCA RODOLFO PAOLINI: Avvocato fanese 58enne, già parlamentare nella legislatura terminata nel 2013 ed ex segretario regionale della Lega. Era capolista al proporzionale Marche nord per il Carrocio.

TULIO PATASSINI: Ha vinto il collegio uninominale di Macerata (unico uninominale non vinto dai 5 Stelle), 48 anni dirigente di banca residente a Macerata.

GIORGIA LATINI: Avvocato 37enne capolista nel collegio Marche sud, nata a Fabriano ma residente ad Ascoli. Prima di trasferirsi ad Ascoli ha lavorato 5 anni a Roma presso il ministero della Pubblica istruzione e presso la Camera dei Deputati come consulente. Nel 2014 è stata eletta in consiglio comunale ad Ascoli con una lista civica di centrodestra.

  • FORZA ITALIA

SIMONE BALDELLI: 46enne romano di Forza Italia, già vicepresidente della Camera dei Deputati. Era capolista nel collegio proporzionale Marche sud. Giornalista. Eletto nella circoscrizione Marche per la quarta volta.

  • FRATELLI D’ITALIA

FRANCESCO ACQUAROLI: Capolista nel collegio Marche sud è sindaco di Potenza Picena (Macerata) dal 2014. 44enne è stato anche candidato alla presidenza della Regione per Fratelli d’Italia nel 2015 uscendo però sconfitto.

Ecco gli eletti nelle Marche al SENATO

  • M5S

GIORGIO FEDE: Geometra 56enne, dipendente del Comune di San Benedetto del Tronto, ha vinto il collegio uninominale di Ascoli-Fermo. Era stato candidato sindaco a San Benedetto del Tronto nel 2016 ma gli organi nazionali non approvarono la lista e il M5S non partecipò alle amministrative.

MAURO COLTORTI: Docente, 64enne, all’Università di Siena di “Geografia fisica e geomorfologia” originario di Jesi. Indicato da Di Maio come futuro ministro alle Infrastrutture.

DONATELLA AGOSTINELLI: Parlamentare al secondo mandato 44enne. Laureata in Giurisprudenza con una tesi in criminologia. Di Jesi. Ha vinto il collegio uninominale Pesaro-Senigallia

SERGIO ROMAGNOLI: 48enne ex consigliere comunale a Fabriano. Ha lavorato nel campo dell’informatica e in seguito in quello dell’automazione industriale.

ROSSELLA ACCOTO: Residente a Fano da 24 anni ma originaria di Brindisi. La 49enne fanese collabora con la Provincia di Pesaro come esperto nella gestione delle risorse economiche per progetti formativi curati dal centro per l’impiego. E’ stata candidata, senza fortuna, sia al consiglio comunale di Fano che al consiglio regionale

  • LEGA

GIULIANO PAZZAGLINI: Il 50enne sindaco di Visso, uno dei Comuni più colpiti dal terremoto, manterrà l’incarico di sindaco non essendoci incompatibilità dato che si tratta di un comune con 1.000 abitanti. Laureato in giurisprudenza svolge la professione di promotore finanziario. Capolista al plurinominale.

  • FI

ANDREA CANGINI: Capolista al plurinominale. Cangini, 48 anni, ha lasciato l’incarico di direttore del quotidiano QN.

  • PD

FRANCESCO VERDUCCI: Capolista al plurinominale Verducci è un parlamentare uscente di 46 anni. Laureato in Lettere è un ricercatore universitario di Fermo. Dentro il Pd appartiene all’area di Orfini.

22 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»