Blitz dei Ros contro il traffico illegale di armi

ROMA –  Si e’ conclusa in queste ore una vasta operazione contro il traffico illegale di armi condotta dai carabinieri del Ros. E dell’arma territoriale. In particolare, nelle regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Marche, sono state eseguiti numerosi decreti di perquisizione domiciliare emessi dalla procura della repubblica di udine nei confronti di 16 indagati per traffico di armi ed esplosivi.

traffico illegale armi

Contestualmente, nell’ambito di indagini collegate, svolte in collaborazione con le competenti autorità giudiziarie e di polizia, sono state effettuate altre perquisizioni in Slovenia e Croazia nei confronti di ulteriori 11 indagati per i medesimi reati. I provvedimenti odierni scaturiscono da un’attività investigativa avviata dal Ros nel novembre 2014, a seguito di due rilevanti sequestri di armi e munizioni da guerra effettuati dai carabinieri nel comune di Artegna (Ud). Le indagini, dirette dalla procura friulana, hanno consentito di individuare un canale di importazione illegale di materiale d’armamento ed esplosivi provenienti dai balcani.

21 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»