AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Sport

Juventus campione d’Italia, bianconeri nella storia


ROMA – La Juventus batte il Crotone con un netto 3-0 e si laurea campione d’Italia. Con una giornata di anticipo, i bianconeri vincono la serie A per il sesto anno consecutivo ed entrano nella storia: nessuna squadra era mai riuscita ad imporre un dominio così lungo sul campionato italiano.

LA PARTITA

Il Crotone poteva essere un’insidia. Da aprile, la squadra di Nicola ha mantenuto la migliore media punti della serie A, riaprendo la lotta per la salvezza. Ma allo Stadium non c’è storia: i bianconeri sono concentrati, affrontano la partita con concentrazione e vanno in vantaggio con Mandzukic al 12′. Dybala raddoppia con una precisa punizione al 39′ mentre Alex Sandro chiude la partita al 38′ del secondo tempo. Il resto è accademia, con un Crotone coraggioso ma mai veramente pericoloso.

UN ALTRO RECORD INFRANTO

La Juventus vince dunque il sesto scudetto consecutivo, il terzo dell’era Allegri, il 33esimo del suo palmares. Infranto il record, eguagliato lo scorso anno, della Juventus del trio ‘Combi-Rosetta-Calligaris’ che vinse cinque scudetti tra il 1930 e il 1935, contribuendo in maniera fondamentale ai successi della nazionale italiana nei mondiali del ’30 e del ’34.

Ma questo non è l’unico record della Juventus di Allegri: con la vittoria sulla Lazio nella finale di Coppa Italia, i bianconeri hanno scritto un’altra pagina di storia, diventando la prima squadra ad aver vinto per tre volte di seguito la Coppa nazionale.

 TESTA A CARDIFF

Ma la Juventus dei record non ha ancora finito. Il 3 giugno i bianconeri saranno in campo per la finale di Champions League contro il Real Madrid per tentare l’impresa ‘triplete’. Una partita difficilissima: le statistiche dicono che le ‘merengues’, nelle gare secche, non sbagliano. Ma è quello il vero obiettivo di un’annata che, per i bianconeri, è già straordinaria.

di Michele Bollino

21 maggio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988