Berlino, media: "Arrestata la persona sbagliata, attentatore in fuga". Dispersa italiana di 31 anni - DIRE.it

Europa

Berlino, media: “Arrestata la persona sbagliata, attentatore in fuga”. Dispersa italiana di 31 anni


ROMA – La polizia di Berlino “potrebbe aver arrestato la persona sbagliata”. La notizia trapela da varie fonti di stampa tedesca. Il capo della polizia, Klaus Kandt, ha detto a ‘Die Welt’ di nutrire “forti dubbi” sul fatto che il giovane pakistano sospettato di essere l’autista del camion che ieri ha ucciso 12 persone in un mercatino natalizio, potesse essere effettivamente l’autista del mezzo.

Il sospetto nasce dal fatto che i suoi abiti non sono sporchi di sangue: circostanza inverosimile, in quanto l’uomo seduto al suo fianco nell’abitacolo è stato raggiunto dai colpi di pistola degli agenti della sicurezza accorsi sul luogo.

A confermare l’inversione di rotta delle indagini, alcuni tweet della polizia della capitale, che oltre a comunicare che “il sospettato nega le accuse” – elemento confermato anche dal ministero degli Interni – annuncia di essere “in stato di allerta”, in quanto il vero responsabile potrebbe essere ancora in circolazione e nessuno può dire che non sia armato. In un altro tweet si esortano i cittadini a fare attenzione a persone “sospette” ed eventualmente a non intervenire, “è il nostro compito”, sottolineano gli agenti.

Secondo le ultime notizie, intanto, ci sarebbe anche una ragazza italiana di 31 anni tra i dispersi. A lanciare l’allarme sono stati i parenti e i colleghi della ragazza, originaria di Sulmona, che vive e lavora nella capitale tedesca già da diversi anni. Dopo l’attacco al mercatino di Natale è stato ritrovato il suo telefonino, ma di lei non c’è nessuna traccia. L’ambasciata italiana fa sapere di essersi attivata immediatamente.

di Michele Bollino

20 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»