13enne morto a Roma, Carabinieri indagano su suicidio: "Avrebbe anche salutato con un gesto.." - DIRE.it

Lazio

13enne morto a Roma, Carabinieri indagano su suicidio: “Avrebbe anche salutato con un gesto..”

ROMA – I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Piazza Dante stanno vagliando in questi minuti le testimonianza di alunni e maestri per tentare di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti relativi alla morte del 13enne avvenuta oggi intorno alle 12 nell’Istituto Santa Maria in viale Manzoni.

Secondo quanto si apprende l’ipotesi che prende sempre più corpo è quella del suicidio. Intanto alla spicciolata, molti ragazzi, alcuni in lacrime, stanno lasciando la scuola accompagnati dai genitori accorsi sul posto una volta appresa la notizia.

UN PAPA’: NON PENSO SIA BULLISMO

“Si pensa sempre al bullismo, in questo caso non penso sia così. Era un ragazzo solare e sereno“. A riferirlo è il papà di un giovane studente della scuola Santa Maria di Roma, uscendo dall’Istituto di viale Manzoni dove oggi un 13enne si sarebbe tolto la vita gettandosi dal secondo piano nel cortile.

“So che alcuni bambini- ha aggiunto- hanno visto precipitare il ragazzo nel cortile interno e che prima di lanciarsi avrebbe anche salutato con un gesto“.

I COMPAGNI: HA PRESO LA SEDIA E…

“Ha preso la sedia e…. Era un bravo ragazzo, tranquillo, mai nessun problema a scuola. Lo conoscevamo tutti. Anche il fratello frequentava l’istituto”. A raccontarlo alcuni studenti dell’Istituto Santa Maria in viale Manzoni dove questa mattina il 13enne S.B. si sarebbe suicidato gettandosi dalla tromba delle scale.

20 ottobre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»