AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Scoperta su Twitter botnet legata al porno. Truffate milioni di persone

Twitter botnetROMA – Scoperta su Twitter botnet legata al porno. Numeri impressionanti per una rete che, da sola, ha prodotto milioni di interazioni e altrettanti utenti truffati. La rete, scoperta da ZeroFox, è stata rimossa dai responsabili del social network.

Scoperta su Twitter botnet legata al porno

Le truffe non viaggiano solo su WhatsApp. Anche Twitter, a quanto pare, è piena zeppa di profili truffa. Quello scoperto dalla società di sicurezza informatica ZeroFox porta il nome di Siren, come le ammaliatrici della mitologia. La sua unica finalità irretire gli utenti allo scopo di far soldi. Siren, comunque, non era un semplice account fake ma una vera e propria botnet, ossia una rete di diversi server infestati da malware.

Siren la botnet pornografica, il funzionamento

Una rete da 9o milioni di account. Quasi altrettanti tweet lanciati sulla piattaforma. 30 milioni di clic ottenuti. Sono questi i numeri della botnet che ha truffato milioni di utenti. Il meccanismo del suo funzionamento semplice. Lanciare in rete tweet esca, frasi ammiccanti e provocatorie in grado di spingere gli utenti a cliccare su link particolari. Collegamenti ipertestuali che conducevano tutti a siti pornografici. Non appena giunti a destinazione, gli utenti si ritrovavano abbonati a siti hot dalla tariffe molto salate. Stando agli esperti di ZeroFOX, con molto probabilità, Siren faceva capo a una rete di server russi o comunque risalenti ai Paesi dell’est. Dopo la segnalazione della società di sicurezza, Twitter ha provveduto alla chiusura di tutti i possibili account risalenti alla botnet.

18 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988