AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Castelfusano brucia ancora; Civitavecchia non sarà hot spot; Raggi: da Pa bollette Ama inevase


CASTELFUSANO BRUCIA ANCORA, IN AZIONE CANADAIR ED ELICOTTERI

Vigili del fuoco, protezione civile e polizia municipale: sono decine gli uomini e i mezzi ancora impegnati a spegnere le fiamme che, alimentate dal vento, continuano a divorare la pineta di Castelfusano. Non si ferma il via vai dal mare di canadair ed elicotteri. Resta chiusa alla circolazione via Cristoforo Colombo a causa del denso fumo che invade la carreggiata. Pesanti le ripercussioni sul traffico. In mattinata l’assessore comunale all’Ambiente, Pinuccia Montanari, aveva fatto sapere che “la situazione era tenuta sotto controllo”.

MIGRANTI, PORTO CIVITAVECCHIA NON SARA’ HOT SPOT

“La possibilita’ che il porto di Civitavecchia possa diventare un hot-spot non e’ stata mai presa in considerazione del ministero dell’Interno”. Lo ha precisato oggi l’Autorità portuale di Civitavecchia. L’idoneità della banchina 28 è stata oggetto di un accertamento all’esito del quale i tecnici hanno fatto presente al prefetto di Roma che non è attrezzata per consentire lo svolgimento di controllo sanitario dei migranti. Intanto il Viminale ha aggiornato il dato sugli arrivi: dall’inizio del 2017 a ieri sulle coste italiane sono sbarcati 93.292 migranti, il 16,79% in piu’ rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

RAGGI: 100 MLN BOLLETTE AMA INEVASE DA CHIGI E MINISTERI

Circa 100 milioni di euro di bollette Tari inevase da parte delle pubbliche amministrazioni, di cui 20 milioni da Palazzo Chigi e ministeri, che si traducono in minori entrate per Ama. A tanto ammonta il debito nei confronti della municipalizzata capitolina dei rifiuti secondo un’analisi svolta dall’azienda e presentata oggi in una conferenza stampa dal sindaco di Roma Virginia Raggi e dal presidente di Ama, Lorenzo Bagnacani. “E’ importante capire lo stato dell’arte- ha detto Raggi- noi stiamo lavorando per il risanamento di Roma con l’obiettivo di capire se e quanto possiamo recuperare per destinarlo al miglioramento dei servizi per i cittadini”.

IMPRESE, FABIANI: DA REGIONE 10 MLN PER RETE CON RICERCA

L’assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Fabiani, e il presidente del Cnr, Massimo Inguscio, hanno presentato questa mattina il bando da 10 milioni di euro per la creazione di una Rete di infrastrutture per la ricerca e il trasferimento tecnologico. Con questo bando la Regione Lazio punta a sostenere la nascita o lo sviluppo di una rete territoriale di piattaforme per il trasferimento dell’innovazione tecnologica che riescano a collegare direttamente ricerca, impresa e mercato. Fabiani ha anche annunciato di lavorare alla creazione degli Stati generali della ricerca.

18 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988