AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE calabria

A Reggio Calabria Castorina avvia la verifica delle attività degli assessorati e di Angela Marcianò

angela marcianòREGGIO CALABRIA – Una discussione franca ed una verifica generale, complessiva sull’attività di tutti gli assessorati comunali di Reggio Calabria a seguito del secondo rimpasto di Giunta che però vede al centro del dibattito politico il ruolo e l’impegno dell’assessore ai Lavori pubblici e Patrimonio edilizio, Angela Marcianò, il tecnico prestato alla politica, non iscritta al Partito democratico ma componente della segreteria nazionale dem di Matteo Renzi.

Ad avviare la verifica, chiesta dal sindaco Giuseppe Falcomatà, è stato il capogruppo Pd in Consiglio comunale Antonino Castorina, a seguito di una dura nota di Marcianò su alcuni emendamenti presentati al nuovo regolamento per l’assegnazione degli alloggi di edilizia popolare.

Il nodo centrale è il ruolo di verifica da parte di una specifica commissione. Il testo attuale prevede che a presiederla dovrà essere l’assessore pro-tempore (in questo caso Marcianò, ndr), per Castorina e altri consiglieri comunali di maggioranza, sarebbe opportuno che sia un soggetto terzo, evitando che “il controllore sia lo stesso del controllato”.

Un’osservazione, quella dei consiglieri, mal digerita dall’assessore ‘tecnico’. “Se l’assessore Marcianò ritiene che il mio ruolo di consigliere comunale eletto dai cittadini e di capogruppo del suo partito politico sia quello di votare a scatola chiusa un regolamento preconfezionato o peggio ancora fare il passacarte di quelle che sono le sue proposte si sbaglia di grosso”, dichiarò qualche giorno fa lo stesso Castorina. Ascoltato il capogruppo comunale Pd il sindaco Falcomatà ha esteso gli incontri anche agli altri capogruppo di centrosinistra per valutare la situazione generale. “Vi è stata una valutazione complessiva sul rilancio dell’azione politica comunale, e sul ruolo che devono esercitare i consiglieri comunali” ha dichiarato all’agenzia Dire il dem Antonino Castorina.

“Abbiamo analizzato tutti i vari settori che non vanno – ha aggiunto il consigliere – cercando di capire quali soluzioni adottare per rilanciarli, senza escludere nessuna soluzione“.

Altre fonti vicine alla maggioranza aggiungono anche una sostanziale difficoltà politica per via delle numerose assenze di Marcianò alle riunioni di Giunta comunale, anche quando vi sono argomenti attinenti alle deleghe della stessa.

18 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988