DIRE giovani

Chi non muore si rivede. Torna il vecchio stato di Whatsapp

ROMA – Chi non muore si rivede. Anche nel mondo dei social e della messaggistica. Torna, infatti, il vecchio stato di Whatsapp. Quello testuale che tutti hanno amato e che hanno rimpianto alla sua eliminazione, lo scorso 22 febbraio. Rimpiazzato dallo stato stile Snapchat con i post che si autoeliminano dopo 24 ore.

Secondo fonti vicine alla piattaforma pare che già dalla prossima settimana (prima su Android, poi su iOS) il vecchio stato di Whatsapp tornerà ad esistere. Si potrà, quindi, tornare a scrivere messaggi per avvertire i propri contatti che si è impossibilitati a rispondere. Dal semplice “non disponibile” a “sto dormendo” o “sono al lavoro”.

Torna il vecchio stato di Whatsapp: il nuovo non è proprio piaciuto

Un come back che è stato accelerato a seguito delle numerose lamentele che gli utenti hanno fatto sempre più sentire dopo l’aggiornamento che ha trasformato Whatsapp in un social network. Lo stato “usa e getta” non è proprio piaciuto. Gli utilizzi, infatti, non sono stati quanti erano stati prefissati. Solo 1 utente su 10 utilizza il nuovo stato e addirittura solamente 2 su 10 visualizzano questo tipo di contenuto.

Whatsapp, d’altronde, è sempre piaciuto per la sua semplicità di utilizzo. Per il suo essere adatto a tutti, anche agli utenti meno esperti in materia di social. La metamorfosi in social, così, non è andata giù alla maggior parte di quelli che hanno Whatsapp sul proprio smartphone.

In ogni caso, il ritorno del vecchio status di Whatsapp non preclude la coesistenza con il nuovo. Gli aggiornamenti in stile Snapchat, infatti, non smetteranno di esistere.

18 marzo 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram