AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE giovani

Dopo quattro anni Bryan Adams torna in Italia a novembre

Roma – Dopo quattro anni Bryan Adams torna finalmente in Italia con sei concerti dedicati ai brani del suo ultimo album Get Up! Appuntamento tra il 10 e il 16 novembre nei palasport di Padova, Milano, Torino, Roma, Rimini e Bolzano. Il rocker canadese canterà i brani del disco prodotto dal frontman della Electric Light Orchestra Jeff Lynne e, accanto a nuovi successi come You Belong To Me, in scaletta darà spazio per le hit che hanno segnato i suoi trentacinque anni di carriera come Summer of ‘69, Heaven, Run To You, Please Forgive Me.

I biglietti saranno in vendita dalle ore 11:00 di venerdì 20 gennaio su ticketone.it

GET UP TOUR:

10 NOVEMBRE | PADOVA | KIOENE ARENA

11 NOVEMBRE | MILANO | MEDIOLANUM FORUM

12 NOVEMBRE | TORINO | PALALPITOUR

14 NOVEMBRE | ROMA | PALALOTTOMATICA

15 NOVEMBRE | RIMINI | 105 STADIUM

16 NOVEMBRE | BOLZANO | PALASPORT

Bryan Adams dal debutto nel 1980 ha scritto diverse pagine della storia della musica internazionale; il rocker ha duettato con Tina Turner e suonato nel concerto in onore di Nelson Mandela a Londra, nel 1990 è salito sul palco berlinese che ha ospitato la speciale performance dei Pink Floyd “The Wall with Roger Waters” e dopo aver venduto oltre 3milioni di copie e raggiunto la vetta delle calssifiche con l’album “Waking up the neighbours” che include la hit “(Everything I do) I do it for you“, (il pezzo – tema del fortunato film “Robin Hood – Principe dei ladri“, con Kevin Kostner), il rocker canadese ha ricevuto la sua prima nomination all’Oscar. Alle soglie del 2000 il musicista ha iniziato a dedicarsi con successo alla fotografia senza abbandonare il mondo della musica. Sono moltissimi i successi che lo hanno accompagnato negli anni 2000, lo stesso Get Up! nei quindici mesi trascorsi dalla sua uscita ha riscosso un ampio successo di pubblico e critica.

 

18 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988