Elezioni, Pdcs: "Lavoreremo per creare lavoro e sviluppo" - DIRE.it

San Marino

Elezioni, Pdcs: “Lavoreremo per creare lavoro e sviluppo”

pdcs2SAN MARINO – Creare lavoro è la sfida da vincere per la prossima legislatura. A dirlo è il Partito democratico cristiano sammarinese che non manca di sottolineare come, anche nelle ultime legislature, non abbia mancato di portare a termine gli impegni presi con la cittadinanza. Alla fine della campagna elettorale, i vertici di via delle Scalette incontrano così la stampa per annunciare il primo impegno del partito in caso di vittoria, ovvero “lavorare per la ricchezza del Paese- puntualizza il segretario Marco Gatti- che è il lavoro”. Il numero uno del Pdcs ripercorre gli obiettivi portati a termine nella legislatura appena conclusa: il pareggio di bilancio, la normalizzazione delle relazioni con l’Italia e il riposizionamento internazionale. Questa volta “ci impegneremo a portare sviluppo- sottolinea- a fare crescere l’economia e a puntare sulla qualità della vita dei nostri cittadini”. Rispetto alla chiamata alle urne del 2012, il segretario del Pdcs registra un cambiamento importante nei cittadini: “È cambiata la percezione e l’attenzione della gente- spiega- nelle scorse elezioni c’era molto resistenza ai processi di trasformazione del Paese, dovevamo fare una riforma tributaria parecchio osteggiata, per esempio, che in questa legislatura siamo riusciti a completare, contribuendo a conseguire l’obiettivo del pareggio di bilancio”.

L’impegno per le elezioni 2016 è quello di “lavorare per far crescere un’economia sociale e di mercato che tenga tutti inclusi”, ribadisce. Luca Beccari spiega invece come il partito ha condotto la campagna elettorale nelle ultime due settimane: “Abbiamo recepito appieno le raccomandazioni della Reggenza per una campagna orientata alla correttezza”, puntualizza. “Ci siamo concentrati sulle proposte politiche e sui contenuti- prosegue- non ci siamo lasciati andare a comportamenti denigratori dell’avversario, né ad innescare polemiche”. Quindi torna sugli obiettivi della prossima legislatura: “Il lavoro e lo sviluppo rappresentano le sfide più importanti”. In questo percorso, “vogliamo evitare contrapposizioni all’interno della società-spiega- tra grande e piccola impresa, tra tutela dell’economia sammarinese e oppprtunità di attrarre nuovi investimenti”. Riprende la parola Gatti: “Per vincere la sfida serve gente competente- precisa- e siamo sicuri di averne in lista e in coalizione”. Infine: “Nel 2008 ci eravamo presi l’impegno di uscire dalla procedura rafforzata e ne siamo usciti- conclude Gatti- nel 2012 avevamo l’obiettivo di rinnovare gli accordi con l’Italia ed uscire dalla black-list, obiettivi entrambi raggiunti, sempre nel 2012 ci eravamo promessi il pareggio di bilancio, promessa mantenuta. Oggi ci prendiamo l’impegno di creare lavoro, e lo faremo”.

17 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»