Pink Floyd Legend Day, sabato evento a Roma

ROMA – Un appuntamento per gli appassionati dei Pink Floyd, un’occasione per chi la band britannica sta ancora imparando a conoscerla. È il Pink Floyd Legend Day, la prima edizione di quello che – si spera – possa diventare un appuntamento fisso (“Vorremmo che questo accadesse ogni anno a Roma”).

L’evento, in programma sabato 19 all’Auditorium Conciliazione, vedrà protagonisti i Pink Floyd Legend, tribute band nata 11 anni fa. A fare gli onori di casa ci sarà Carlo Massarini, ‘Mr.Fantasy’, giornalista musicale, conduttore radiofonico e televisivo.

La scelta del nome, Pink Floyd Legend Day, è stata fatta per distinguerlo dal già esistente Pink Floyd Day che si tiene a Brescia. “Sarà una bella serata di musica– spiega Fabio Castaldi, bassista e leader del gruppo, il ‘Roger Waters’ dei Legend- Ripercorreremo i 50 anni dei Pink Floyd, ma il concerto sarà soltanto uno dei momenti della serata“.

Sul palco, infatti, la band salirà alle 21, ma già alle 19 sarà possibile entrare nel mondo floydiano con una serie di iniziative in scaletta. Ci saranno, ad esempio, i Lunatics, il famoso gruppo di appassionati formato dai più grandi collezionisti di materiale dei Pink Floyd che c’è in Italia, che allestiranno una mostra di rarità discografiche dal titolo ‘Pink Floyd 15 x 15’, all’interno della quale sarà possibile ammirare i supporti più ricercati in assoluto per ognuno dei 15 album che fanno parte della discografia della band inglese.

Altra partecipazione speciale quella de I Ciprix, la prima compagnia di musical formata da bambini di età compresa fra gli 8 e i 12 anni. I piccoli artisti, allievi della scuola “Musical Weekend” dedicata alla formazione di giovani professionisti, si esibiranno insieme ai Pink Floyd Legend dando vita al coro e alle coreografie presumibilmente di un brano come Another Brick in the Wall. Una particolarità la scelta delle canzoni da inserire in scaletta: “Con un sondaggio fatto su Facebook abbiamo chiesto di scegliere una canzone per ogni album dei Pink Floyd- ha spiegato Castaldi- Tra le gettonatissime c’è See Emily Play con cui apriremo il concerto. E poi tante richieste anche per Wearing the Inside Out”. Altra ‘chicca’ la presenza di una guest star d’eccezione: il sassofonista Stefano Di Battista che darà il suo grande contributo, molto probabilmente, in pezzi come Shine On You Crazy Diamond e la stessa Wearing the Inside Out.

17 Novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»