L’Istituto Spallanzani di Roma nella task force mondiale contro il virus Zika

zika_virus

Il Global Virus Network- Gvn, in rappresentanza di 35 centri di eccellenza distribuiti in 26 nazioni, composta da esperti virologi di fama internazionale, al fine di dare risposte adeguate ai problemi legati ai nuovi virus, ha annunciato la formazione del Gvn Zika task force, presieduta da Scott Weaver, co-presidente per il Gvn Chikungunya Task force e direttore della University of Institute del Texas Medical Branch per le infezioni umane e immunità.

Il Gvn Zika Task force è destinato a crescere per affrontare l’urgente necessità di mettere in rete e condividere informazioni e ricerca a livello internazionale. L’annuncio è stato dato da Robert Gallo, co-fondatore del Gvn e presidente del Leadership Comitato Scientifico del Gvn e José Esparza, presidente della Gvn. Giuseppe Ippolito, Direttore Scientifico dell’Istituto per le malattie Infettive Lazzaro Spallanzani, già membro attivo del Global Virus Network, è stato chiamato a fare parte della Zika Task Force come rappresentante esperto italiano: “Siamo contenti- dichiara Ippolito- di mettere al servizio le nostre conoscenze nella risposta internazionale alla pandemia. Il nostro Istituto ha avviato un progetto di collaborazione con i colleghi della Slovenia e del Brasile per studiare la patogenesi dell’infezione da virus Zika: non vediamo l’ora di condividere le nostre scoperte con gli altri membri della Gvn Task Force”. Marta Branca, Commissario straordinario dell’Inmi Spallanzani ha così commentato: “Sono onorata che il nostro Istituto ancora una volta si attesti una risorsa a livello mondiale per le malattie infettive. Auguro a tutto il gruppo buon lavoro”. Così in un comunicato l’Istituto Nazionale Malattie Infettive L. Spallanzani.

17 Febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»