Su riforma sanità nessuna tregua, prosegue la seduta no-stop - DIRE.it

Sanità

Su riforma sanità nessuna tregua, prosegue la seduta no-stop

FIRENZE – Nessun accordo fra il Pd e minoranze sulla riforma della sanità. Nella seduta notturna del Consiglio regionale è proseguito l’esame dell’articolato della legge 33 con le prime votazioni sugli ordini del giorno e di una prima parte dei 16.800 emendamenti formulati e presentati dalle opposizioni. La maggioranza ha segnato un primo punto nello svolgimento della seduta grazie all’approvazione di un ordine dei lavori che ha previsto il rinvio in commissione degli oltre 300 ordini del giorno presentati da centrodestra, 5 stelle e Toscana a sinistra.

È rimasto anche l’unico risultato ottenuto per smaltire le manovre di ostruzionismo, poiché fra i capigruppo non c’è stata nessuna intesa sulla proposta dem di accogliere un pacchetto di cinque-sei emendamenti rispetto al testo, delle minoranze. Anzi, la scelta di aggirare l’ostacolo degli ordini del giorno ha fatto infuriare ancor di più l’opposizione, che annuncia una lettera per ricorrere contro la decisione al collegio di garanzia.

16 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»