AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Papa Francesco: “No a accanimento terapeutico”; Stop a bollette a 28 giorni

Ecco i titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia Dire.

PAPA FRANCESCO: EVITARE ACCANIMENTO TERAPEUTICO

Invoca saggezza, papa Francesco, nel campo difficile delle cure terminali. In un messaggio alla Pontificia Accademia della Vita, Bergoglio spiega che “evitare l’accanimento terapeutico non e’ eutanasia. Gli interventi sul corpo umano diventano sempre più efficaci, ma non sempre sono risolutivi: possono sostenere funzioni biologiche divenute insufficienti ma questo non equivale a promuovere la salute”. Occorre quindi un supplemento di saggezza, perché oggi è più insidiosa la tentazione di insistere con trattamenti che talora non giovano al bene integrale della persona.

DL FISCALE, STOP ALLE BOLLETTE A 28 GIORNI

Via libera del Senato al dl fiscale. Il provvedimento torna alla Camera dove non sara’ modificato. Tra le principali novita’ lo Stop alla fatturazione a 28 giorni per telefonia e pay tv, ma non per gas e luce. Raddoppiano le sanzioni, gli operatori hanno 120 giorni per adeguarsi e sono previsti indennizzi di 50 euro. Soddisfatti i consumatori e i promotori della norma Alessia Morani e Stefano Esposito. Il senatore del Pd avverte: “Ora vigilare sui sotterfugi delle aziende di telecomunicazioni”.

GENTILONI: CAPITALE UMANO SEMPRE NECESSARIO

La stabilità e la crescita del nostro Paese non dipendono da questa o quella situazione politica, ma sono basate sulla capacità e sul lavoro. A Lodi per l’ampliamento del polo industriale della Icr, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni sottolinea il valore del lavoro. “L’innovazione tecnologica è la sfida per il nostro Paese ma guai a noi se pensassimo che questi cambiamenti deprimano e rendano inutile il capitale umano. Abbiamo bisogno di intelligenza artificiale ma anche di persone qualificate”.

PAROLIN: GARANTIRE A TUTTI ASSISTENZA SANITARIA

Le disparità sanitarie sono “evitabili”, perché “sorgono da disuguaglianze all’interno della società e tra società differenti”. Ne è convinto il cardinal Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, che chiede di affrontare “le disparità globali in materia di salute”. Per il vescovo, riporta il Sir, si tratta di “una situazione deplorevole, perché viene leso il diritto fondamentale a una adeguata assistenza sanitaria, diritto che va garantito a tutti”.

16 novembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988