Emilia Romagna

In primavera a Rimini fiorirà una scuola materna tutta in legno

BOLOGNA – Un villaggio educativo tutto in legno, realizzato con le ultime tecnologie, costruito “a misura di bambino, ispirandosi ai principi pedagogici consolidati e inserito nell’ambiente urbano circostante”. Sono i pilastri del progetto della nuova materna XX Settembre, uno spazio che ospiterà tre sezioni e che nascerà a pochi passi della scuola elementare, su parte di un’area pubblica compresa tra via Sartoni, via Masaniello, via Balilla e via Arnaldo da Brescia, confinante con il palazzetto dello sport e l’attuale piscina comunale.

materna ecologica

L’intervento è stato affidato all’impresa anconetana Subissati, che inizierà i lavori entro novembre e che dovrebbero essere completati per la prossima primavera. “Alla base del progetto definitivo approvato dalla Giunta c’è la volontà di creare un edificio capace di inserirsi al meglio nel tessuto urbano e allo stesso tempo che diventi un luogo di incontro per la comunità, sull’esempio della scuola del Villaggio Primo maggio“, afferma il Comune in una nota. Il tutto con la massima attenzione alla “sostenibilità ambientale ed economica”: la struttura edilizia sarà ad alte prestazioni, per evitare dispersioni termiche e surriscaldamento degli ambienti; sarà tutta in legno, e sorgerà con “un sistema innovativo per una più veloce e pulita costruzione”; avrà un impianto solare fotovoltaico, una pompa di calore idrotermica, riscaldamento a pavimento a bassa inerzia, impianto di ventilazione meccanica e un sistema di recupero acque meteoriche. Molto curato anche il ‘fuori’ con giochi, orti e una serra. I colori saranno utilizzati non solo come elemento decorativo, ma come identità caratterizzante delle aule.

Ogni sezione della nuova materna è concepita come un blocco, uno diverso dall’altro, “tale da divenire la casa di ogni bambino di tre, quattro o cinque anni, all’interno dell’intero complesso scolastico. Ad ogni blocco-spiega ancora il Comune- si accede internamente dalla Piazza-Agorà, uno spazio polifunzionale e dinamico, che accoglierà al suo interno la biblioteca. Le pareti scorrevoli serviranno a suddividere lo spazio interno, creando anche l’ambito pranzo”. Il costo dell’opera è di circa 1.500.000 euro e sarà completata da altri interventi programmati per la prossima estate: la sistemazione del giardino, delle aree di pertinenza e della viabilità a servizio della scuola e la sistemazione degli spazi che ospiteranno la direzione didattica dell’istituto comprensivo XX Settembre, da concludersi entro l’inizio del prossimo anno scolastico. “La realizzazione della nuova scuola materna fa parte di una complessiva riorganizzazione dell’istituto comprensivo- sottolinea il vicesindaco Gloria Lisi- ed è un ulteriore tassello del piano di edilizia scolastica che abbiamo definito a inizio mandato e che ad oggi ci ha permesso, tra i vari interventi, di aprire le scuole elementari di Gaiofana e Villaggio Primo Maggio, veri fiori all’occhiello dal punto di vista strutturale, energetico, ambientale e di interazione con l’ambiente in cui sono inserite”.

16 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»