Salvini fa infuriare la ministra Trenta: “Decidano gli italiani se farsi prendere in giro, non ho tempo per vaneggiare”

Scontro tra Viminale e Difesa sulla direttiva Mare Jonio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Alta tensione tra i vertici della Marina e della Difesa e il Viminale sulla direttiva che riguarda la nave Mare Jonio. Al ministero della Difesa, a quanto si apprende, si parla apertamente di uno “sconfinamento” del dicastero retto da Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE: Libia, Trenta ‘zittisce’ Salvini: “Con guerra avremo rifugiati, non migranti. E i rifugiati si accolgono”

La ministra Elisabetta Trenta, su Facebook ha replicato al vice premier leghista sulla questione dei porti aperti e sui possibili sviluppi in Libia. “È un dovere di un ministro informare i cittadini. Poi la scelta spetta agli italiani: si può scegliere di essere presi in giro o meno. Non ho tempo di vaneggiare come fa qualcun altro, preferisco lavorare”, sottolinea Trenta.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»