Napoli, nella notte bomba contro la pizzeria di Gino Sorbillo

Dopo l’incendio di 5 anni fa, è stata fatta esplodere una bomba a Via Tribunali 32 dove c’è la sede storica della pizzeria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Dopo l’incendio di 5 anni fa adesso arrivano anche le bombe… Mi scuso con tutta la Napoli ‘buona’, con l’Italia ‘buona’ e con tutte le persone che vivono onestamente perché certi avvenimenti così forti ed eclatanti fanno cadere le braccia e demoralizzano la società. Sono stato nell’Arma dei Carabinieri ed ho scelto di fare il Pizzaiolo perché amo troppo la mia città e la amerò per sempre. La Napoli ‘sana’ è sempre nel mio cuore”. Così il titolare della storica pizzeria di Napoli, Gino Sorbillo, annuncia sui social che ha subito un attentato nella notte.

“La Pizzeria di Gino Sorbillo è ‘CHIUSA PER BOMBA’- si legge ancora su Facebook- Dopo l’incendio di 5 anni fa adesso arrivano anche le bombe a Via Tribunali 32 dove c’è la sede storica… Il 17 gennaio in tutte le pizzerie della città ci saranno i festeggiamenti per la#GIORNATADELPIZZAIOLO in onore del #SANTOPROTETTORE del #PIZZAIOLO#SANTANTUONO : centinaia di pizzerie serviranno una pizza speciale ai propri clienti e sarà questa per me l’occasione per ricordare a tutti i pizzaioli della città che dobbiamo essere sempre uniti. Andiamo avanti”.

“Mi scuso con tutte le persone che sono rimaste scosse da quest’ennesima cattiva notizia. A Napoli e dintorni esistono persone straordinarie e positive  che vivono veramente con tanto tanto amore verso gli altri”, conclude Sorbillo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»