VIDEO | Autismo. Dromedari, pellicani… Il mondo di Andrea nei libri per bambini

Andrea ha un disturbo dello spettro autistico e alle sue spalle la pubblicazione di un libro per bambini: ‘La Parata’.

Condividi l’articolo:

ROMA – Dromedari che nuotano nel becco dei pellicani, conigli che si trasformano in cacciatori di bufali, asini che diventano push–up ed elefanti con le ali. Non è un mondo ordinario quello di Andrea Calcagno, artista 18enne romano dell’atelier libero Ultrablu, la sua è una realtà è immersa nella fantasia.

Andrea è una persona speciale, ha un disturbo dello spettro autistico e alle sue spalle la pubblicazione di un libro per bambini: ‘La Parata’. “È una sfilata di moda. Ci sono animali moderni e animali preistorici, quelli che una volta vivevano sulla terra e che poi si sono estinti”, racconta il disegnatore in una videointervista della Dire, in occasione del ‘Venerdì Culturale’ dell’Istituto di Ortofonologia (IdO) ‘Tra Psicologia e Arte. Intrecci creativi’.

In cantiere c’è una nuova produzione di Calcagno: La Tosca di Giacomo Puccini. “Rappresenterò la Tosca in modo zoologico- continua l’artista- lei è una femmina di leopardo affiancata dall’amante Mario Cavaradossi, raffigurato nelle sembianze di un leone. Non può mancare il barone Scarpia, capitano della polizia papalina, che nel mio libro è un babbuino. I suoi scagnozzi, Spoletta e gli altri sbirri della polizia papalina, sono scimpanzé. Tra i personaggi ci sarà anche Cesare Angelotti, un elefante- continua il giovane artista- a seguire un gufo sagrestano, i conigli bambini che cantano il Te Deum, e un giovane pastore che è un bue e canta una canzone in romanesco. Infine, un grillo messaggero che annuncia che la battaglia dei marengo è stata vinta da Napoleone”.

In Ultrablu “non c’è un canone che definisce l’opera artistica e il fare arte, è uno spazio condiviso liberamente da artistici neurotipici e neuroatipici, soprattutto con disturbi dello spettro autistico. Abbiamo raggiunto circa una ventina di artisti che collaborano in questo luogo aperto al confronto e all’esplorazione umana. Non esistono professori, ma solo condivisioni di esperienze”, afferma il presidente Virgilio Mollicone. Finalmente questi ragazzi iniziano a farsi conoscere: il primo dicembre Tristano Monaca, artista esordiente di 23 anni del laboratorio Ultrablu, sarà in mostra con le sue opere a Roma nella Galleria Contatto a Prati. “Un inizio importante-conclude Mollicone- siamo stati conosciuti al Crack!, il festival dell’illustrazione romana indipendente, e dopo Tristano seguirà la mostra di un altro artista di Ultrablu: Valerio Angelillo il 12 gennaio”. 

Leggi anche:

15 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»