AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE regionali 2015

Puglia. Emiliano lancia il voto online per il programma di governo

consultazioni_webROMA – Sta per partire il voto on line per definire le priorità del programma di governo del centrosinistra in Puglia. Dalle 13 di oggi fino alle 16 di sabato, sul sito www.micheleemiliano.it, i pugliesi avranno la possibilità di indicare la propria preferenza sulle linee guida programmatiche partendo dai temi discussi ed elaborati nelle sei sagre del programma provinciali. In attesa del grande evento deliberativo, in calendario sabato al Cus di Bari, i cittadini e le cittadine che saranno impossibilitati a partecipare, potranno da oggi dare il proprio contributo on line. L’obiettivo di Michele Emiliano è connettere il governo di una Regione alle idee e alle visioni dei suoi cittadini. Dopo quasi due mesi di ascolto strutturato dei pugliesi attraverso le Sagre del programma, il candidato di centrosinistra è pronto a tirare le somme del suo viaggio.

In concomitanza con la votazione su internet si è già messa in moto la grande macchina organizzativa per la Sagra delle sagre, in programma appunto sabato prossimo al Cus, il Centro universitario sportivo di Bari (lungomare Starita 1, ore 17.30). Si tratta di un grande evento deliberativo durante il quale i cittadini indicheranno, con una vera e propria votazione, le priorità programmatiche per il prossimo governo regionale, partendo dai temi discussi ed elaborati nelle sei sagre del programma provinciali.

 Si chiude così un percorso intrapreso lo scorso 14 marzo partendo da Bari e proseguito poi in tutte le province, per costruire insieme alla popolazione le linee guida della prossima amministrazione regionale. Un processo realmente democratico e popolare, certificato da un team scientifico, che ha invertito la piramide delle decisioni dal basso verso l’alto, raccogliendo bisogni, priorità e idee innovative dei soggetti più importanti di ogni territorio: i cittadini.

13 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram