Confcooperative Sanità: “Allocare meglio risorse e piu’ innovazione tecnologica”

ROMA – “Per il prossimo quadriennio tre sono gli obiettivi fondamentali da perseguire, per quanto concerne la collaborazione pubblico-privato. E’ importante innanzitutto imparare a gestire bene le risorse pubbliche. E le stesse cooperative devono gestire al meglio le risorse pubbliche. Sembrano due aspetti uguali, ma non lo sono. Loro sono gli erogatori delle risorse e noi siamo erogatori dei servizi, queste due cose devono coincidere in maniera perfetta”. Lo ha dichiarato Mauro Abate, vicepresidente FederazioneSanità Confcooperative, intervistato dall’agenzia Dire. “L’innovazione tecnologica è fondamentale per l’assistenza domiciliare, per la residenzialità e la semiresidenzialità a supporto dei nostri pazienti- ha proseguito Abate- Oggi non siamo all’avanguardia per l’innovazione tecnologica, quindi dobbiamo spendere molte più risorse e ricercare competenze molto più specifiche in questo settore e sottolineare l’importanza valoriale della cooperazione”. “Tre i valori fondamentali: l’allocazione delle risorse economiche, il valore delle cooperative che devono esprimere tecnicalità e tecnicismo rispetto a quelle che sono le azioni nei confronti dell’utenza, e – in ultima istanza – il valore della salute e il valore personale. Noi dobbiamo essere pronti a dare il massimo” ha concluso il vicepresidente di FederazioneSanità Confcooperative.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

12 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»