Esplosione a Parigi: 3 vittime, oltre 30 i feriti

Morti 2 pompieri e una donna spagnola. I feriti invece ammonterebbero a 37 persone, di cui 10 in gravi condizioni

ROMA – Paura nel quartiere Opera di Parigi questa mattina a causa di una forte esplosione causata una fuga di gas, avvenuta in una boulangerie in rue de Trevise. I vigili del fuoco che erano stati allertati si trovavano sul luogo per risolvere il problema, quando è avvenuta la deflagrazione.

Da quanto si apprende le vittime sarebbero attualmente tre: 2 pompieri e una donna spagnola. I feriti invece ammonterebbero a 37 persone, di cui 10 in gravi condizioni. Tra loro Angela Grignano, una ragazza italiana originaria di Trapani che lavorava in un un hotel nelle vicinanze. Secondo quanto dichiarato dal padre, la ragazza sarebbe stata operata e le sue condizioni starebbero lentamente migliorando.

Tra i feriti c’è anche il videomaker di Cartabianca Valerio Orsolini, che si trovava nella capitale francese per seguire le manifestazioni dei gilet gialli. Orsolini ha riportato una ferita sopra un occhio. Con lui sul posto c’era anche il giornalista Claudio Pappaianni, che fortunatamente è rimasto illeso.

Coinvolto nell’esplosione anche un altro inviato, Matteo Barzini di Agorà, rimasto ferito.

Sul posto si è recato anche il ministro dell’interno francese, Christophe Castaner che su Twitter ha parlato di un “bilancio pesante”.

VESCOVO DI TRAPANI: PREGHIAMO PER ANGELA

“Il vescovo di Trapani, Pietro Maria Fragnelli, e la tutta comunità diocesana si stringono attorno alla famiglia di don Giuseppe Grignano la cui sorella, Angela, è stata coinvolta nella grave esplosione avvenuta questa mattina a Parigi”. Lo si legge in una nota della Curia vescovile di Trapani riguardo all’esplosione di Parigi che ha coinvolto una ragazza trapanese, Angela Grignano.

Monsignor Fragnelli invita “tutte le comunità a pregare, oggi e nei prossimi giorni, perché questa giovane ragazza possa tornare presto alla sua vita e ai suoi sogni”, manifestando all’intera famiglia Grignano “una prossimità intensa ma discreta”. La Curia Vescovile “rimane in attesa di ulteriori notizie da parte della famiglia”.

Leggi anche:

12 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»