AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

A Firenze i vincitori delle Olimpiadi di italiano

olimpiadi di italianoQuasi 25mila partecipanti – contro i 14.769 dello scorso anno – 84 finalisti di cui 41 femmine e 43 maschi. Sono le olimpiadi di italiano, organizzate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per cui oggi a Palazzo Vecchio di Firenze, sono stati proclamati i vincitori. La manifestazione, giunta alla quinta edizione ha messo in competizione ragazzi suddivisi in tre categorie: junior, senior e esteri. I finalisti, provenienti da tutte le regioni d’Italia, hanno tra i 14 e i 19 anni e appartengono a tutti gli indirizzi di scuola secondaria di II grado. Tra loro anche 4 studenti selezionati nelle scuole italiane all’estero. In questa edizione si è inoltre deciso di premiare anche i risultati migliori degli istituti tecnici e professionali per incentivare gli studenti di ogni indirizzo alla partecipazione.

Ad aggiudicarsi il primo premio della categoria senior è Giulia Fabiani del liceo classico Giovanni Prati di Nogaredo in provincia di Trento; A Carolina Quadrado della scuola italiana di Madrid, il primo premio della categoria scuole italiane all’estero e Lorenzo Dutto del liceo Peano Pellico di Cuneo, sul gradino più alto per quel che riguarda la categoria juniores.
Il premio per i primi classificati della categoria senior consiste in uno stage a Torino offerto dalla fondazione per la Scuola della compagnia di San Paolo. Per tutti gli altri, oltre alle medaglie, libri e dizionari anche soggiorni studio in città europee, offerti da scuole italiane all’estero.

“Il boom di partecipazione e’ il segno che l’italiano è importante- ha commentato il sottosegretario al ministero dell’Istruzione, Gabriele Toccafondi, presente alla premiazione in sala de’ Cinquecento- i ragazzi ci tengono alla loro lingua, leggono molto, si impegnano e si mettono in contatto con gli autori classici. L’italiano è una bella lingua e oggi ne abbiamo avuto uno spaccato, cone Miur ci stiamo impegnando e co tinueremo a farlo. Questi sono i risultati quantitativi e qualitativi. Non ci fermiamo e faremo in modo che questi numeri possano crescere”.

“Sono stata molto sorpresa dalla vittoria- ha detto Giulia, la prima classificata dei senior- Non ero convinta di aver fatto un lavoro così buono, ho affrontato con serenità la parte di scrittura creativa meno la sintesi, ma è andata bene e sono contenta”.

“È stata un’emozione fortissima- è invece il commento di Lorenzo, vincitore tra gli Juniores- e non mi aspettavo di vincere. La mia passione per l’italiano è merito dei miei genitori che mi hanno inculcato la passione per lo studio e per la lettura classica già da bambino”.

“Ho fatto questa prova con leggerezza e poi me ne sono addirittura dimenticata- ha concluso Carolina della scuola italiana di Madrid- Quando mi hanno chiamata per dirmi che avevo vinto è stato tutto totalmente inaspettato. Ora mi piacerebbe imparare il greco che non l’ho studiato a scuola, poi magari da ‘grande’ vorrei approfondire gli studi classici magari diventare un’insegnante”.

Di Ugo Cataluddi

 

11 aprile 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988