Voluntary disclosure, Capicchioni: "Numeri in linea con le rilevazioni" - DIRE.it

San Marino

Voluntary disclosure, Capicchioni: “Numeri in linea con le rilevazioni”

tasse ivaSAN MARINO –  I dati della voluntary disclosure su San Marino, che segnalano un’emorragia da 1.131.580.366 euro, sono “in linea con i numeri che abbiamo rilevato e che negli incontri tecnici fatti con i dirigenti del Mef erano già stati sottoposti e evidenziati”. Queste le dichiarazioni del segretario di Stato alle Finanze, Giancarlo Capicchioni, dopo l’emergere della cifra che ha interessato il Titano nella cornice della misura che consentiva agli italiani che detengono attività finanziarie o patrimoniali all’estero non dichiarate al fisco di sanare la loro posizione, a fronte di un determinato pagamento.

Durante la relazione fatta oggi in Aula, durante l’apertura dei lavori del Consiglio grande e generale, l’inquilino di Palazzo Begni spiega che “San Marino ha incentivato l’adesione dei cittadini italiani che avevano risorse nel nostro Paese“. Capicchioni auspica inoltre “che le somme possano essere mantenute a San Marino dopo la regolarizzazione”, visto che al Mef, “dei 60 miliardi depositati all’estero, hanno ricevuto richieste per far rientrare 15 miliardi”. Gli altri invece “resteranno all’estero- conclude l’esponente di governo- a disposizione degli organi preposti al controllo”

10 dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»