AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE mondo

Gb, da Foreign office video su come salvarsi in vacanza da un attacco terroristico

ROMA – “Attacchi con armi da fuoco sono fortunatamente rari ma ad ogni modo nell’improbabile eventualità di un attacco essere preparati e sapere come reagire è importante e può salvare vite”: inizia così un video prodotto dal Foreign office e dall’associazione di agenti di viaggio e tour operator Abta (Association of British Travel Agents) che allarga il criterio del messaggio ‘Run Hide Tell’ (scappa, nasconditi, avverti), ormai parte della vita quotidiana dei britannici minacciata da ripetuti attacchi, alle loro vacanze.

Però, precisa il Foreign office, al momento “non vi sono specifiche informazioni che i turisti britannici saranno bersagli di attacchi”. Il video inizia con le classiche immagini di famiglie in vacanza in un grande albergo o resort di un Paese costiero. Tutto scorre sereno fino a quando si odono dei colpi di arma da fuoco. “Se senti colpi di arma da fuoco pensa all’opzione più sicura”, dice la voce narrante, “se c’è una via di fuga sicura corri. E’ la scelta migliore. Agisci velocemente.


Lascia le tue cose dietro di te e insisti perché gli altri ti seguano. Non lasciare che la loro indecisione ti rallenti”. La scena nel video è cambiata, le famiglie in vacanza, i turisti, corrono accolti dal personale della struttura. “Assicuratevi che la vostra linea di fuga non incroci quella del fuoco”, prosegue la voce narrante, con un caldo e calmo tono molto britannico, “se la vostra via di fuga non è sicura cercate un’alternativa” e “se non potete muovervi con sicurezza nascondetevi”. Se la via è sicura “allontanatevi il più velocemente dall’area” e “solo quando siete al sicuro chiamate la polizia” dando loro informazioni chiare e precise. Quando gli agenti arriveranno “potrebbero non essere in grado di distinguere tra voi e un attaccante” quindi “fate tutto quello che vi dicono” e “state calmi”.

Scott Wilson, coordinatore nazionale Anti-terrorismo protezione e preparazione britannico, spiega alla Bbc che dà la notizia del video che offrire informazioni ai britannici è “solamente giusto” dopo gli attacchi a Londra e a Sousse, in Tunisia, dove proprio sulla spiaggia di un resort furono uccise 38 persone 30 delle quali di nazionalità britannica. Riferendosi ai terroristi Wilson spiega alla Bbc che in caso di attacco “quelle persone non sono lì per rubare un telefono cellulare o un orologio da polso, sono lì per uccidervi, dovete tirarvi fuori dalla zona di pericolo”.

Certo, aggiunge il coordinatore nazionale Anti-terrorismo, protezione e preparazione britannico, “è davvero improbabile” che vi troviate coinvolti in un attentato terroristico, quindi la preparazione che suggerisce il video “è piuttosto simile al cartoncino con le istruzioni di sicurezza che trovate a bordo dell’aereo e leggete prima del decollo: è molto improbabile che l’aereo precipiti ma è molto importante che vi sia fornita la conoscenza di quel che dovreste e di quel che non dovreste fare” in quel caso.

Wilson precisa poi alla Bbc che 23mila dipendenti delle principali società britanniche del settore vacanze e resort operanti in tutto il mondo sono state addestrate a reagire in caso di attacchi terroristici così come all’individuare attività o oggetti pericolosi. Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri Lord Ahmad of Wimbledon precisa: “mentre non vi sono specifiche informazioni che i turisti britannici saranno berasagli di attacchi questa estate”, il video fornisce “semplici passi che possiamo tutti fare per minimizzare l’impatto di un attacco qualora dovesse verificarsi”. Il messaggio e la strategia ‘Run Hide Tell’ sono stati introdotti dalla polizia britannica nel 2015.

10 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988