Aeroporto Ancona, Casini: Avanti con privatizzazione, ci sono gruppi interessati

L'incontro sull'Aeroporto

L’incontro sull’Aeroporto

ANCONA – E’ durato circa mezz’ora l’incontro tra il presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo, l’assessore alle Infrastrutture Anna Casini, i capigruppo e le sigle sindacali di Aerdorica. All’ordine del giorno: il futuro dell’aeroporto delle Marche e dei suoi lavoratori. Al termine del summit si respirava un clima di soddisfazione tra amministratori e rappresentanti dei lavoratori.

“Abbiamo fatto chiarezza su alcuni aspetti che apparivano oscuri e che invece abbiamo reso trasparenti- premette alla ‘Dire’ l’assessore Casini- Abbiamo recentemente deliberato un aumento di capitale per circa 3.000.000 di euro. Parte di quelle somme andranno a coprire gli stipendi che i lavoratori negli ultimi due mesi non hanno percepito”. L’assessore ha poi parlato delle strategie future dell’infrastruttura. “La settimana scorsa il cda di Aerdorica si è incontrato con i vertici di Enac per lavorare sul bando- continua Casini-. Puntiamo alla privatizzazione dell’aeroporto: sappiamo già esserci alcuni gruppi interessati. Il mantenimento dell’autonomia dell’autorità portuale di Ancona che ha esteso il suo ambito di competenza su Pescara è un riconoscimento importante per definire le strategie future dell’aeroporto delle Marche”.

Di Luca Fabbri, giornalista

10 Febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»