Presidenziali R. D. Congo, eletto l’oppositore Tshisekedi

Lo ha annunciato oggi a Kinshasa la commissione incaricata di organizzare il voto del 30 dicembre

ROMA – Felix Tshisekedi ha vinto le elezioni presidenziali nella Repubblica democratica del Congo, le prime dal 1960 segnate da un successo di un dirigente di opposizione: lo ha annunciato oggi a Kinshasa la commissione incaricata di organizzare il voto del 30 dicembre.

I dati, non ancora definitivi, mettono il rappresentante dell’Union pour la Democratie et le Progres Social (Upds) davanti all’ex manager Martin Fayulu e allo stesso candidato governativo Emmanuel Shadary.
Se i risultati diffusi oggi fossero confermati, il presidente Joseph Kabila lascerebbe la guida del Paese dopo 18 anni. Secondo Corneille Nangaa, presidente della Commissione elettorale nazionale indipendente (Ceni), Tshisekedi ha ottenuto oltre sette milioni di voti e circa il 38 per cento dei consensi. Fermo a sei milioni e 400mila Fayulu, un ex dirigente del colosso petrolifero Exxon Mobil, e a quattro milioni e 400mila Shadary, un ex ministro di Kabila.
Cinquantacinque anni, Tshisekedi è figlio di Etienne, a sua volta già alla guida dell’Upds, un partito di opposizione storico.

L’esito del voto, e in particolare la sua regolarità, è stata contestata da Fayulu. Insieme con altri oppositori l’ex manager ha denunciato un incontro che si sarebbe tenuto prima della pubblicazione dei risultati tra Tshisekedi e il presidente uscente.
Oggi il dirigente dell’Upds ha riconosciuto a Kabila un ruolo nel complesso positivo. “Rendo omaggio al presidente” ha detto Tshisekedi. “Non dovremmo più vederlo come un avversario ma piuttosto come un alleato per il cambiamento democratico nel nostro Paese”.

Durante la campagna elettorale, il candidato dell’Upds ha promesso di impegnarsi a fondo nella lotta contro la povertà, garantendo benefici alla popolazione dalle ricchezze minerarie e naturali del Congo.

LEGGI ANCHE: R.D. Congo, padre Nkunzi da Bukavu: “Il popolo grida di gioia”

Leggi anche:

10 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»