Nel segno del fantastico, a Bologna BilBolBul apre ai supereroi

Punta di diamante dell'edizione 2018 (22-25 novembre) sarà la mostra dedicata al grande Jack Kirby, padre dei supereroi Marvel più famosi

Condividi l’articolo:

BOLOGNA – Sarà nel segno del fantastico l’edizione numero 12 di ‘BilBolBul‘, il festival internazionale del fumetto, in programma a Bologna dal 22 al 25 novembre prossimi. Punta di diamante della kermesse 2018 sarà la mostra dedicata al re dei fumettisti (“The king of comics”), il grande Jack Kirby, padre di una larga fetta dei supereroi Marvel più famosi e che oggi imperversano al cinema: da Capitan America a Iron Man, da Thor a Hulk, dagli X-Men ai Fantastici Quattro.

Una vera e propria svolta anche per ‘BilBolBul’, una manifestazione da sempre incentrata sulle produzioni autonome e le graphic novel di ricerca. “Ma siamo in continuità- assicura Emilio Varrà, presidente dell’associazione Hamelin, organizzatrice della kermesse- il festival nasce per mostrare il valore artistico del fumetto. E Kirby è uno dei più grandi disegnatori al mondo, tutti si tolgono il cappello di fronte a lui”. La mostra ‘Mostri, uomini, dei’ dedicata a Kirby, scomparso nel 1994, sarà composta da oltre 70 tavole e sarà ospitata nella sede della Fondazione del Monte, in via delle Donzelle. Sarà inaugurata il 24 novembre e durerà fino al 5 gennaio.

Inoltre il 25 novembre, nella sede Unicredit a Palazzo Magnani, è in programma un incontro-ritratto sempre dedicato a Kirby. Il filo rosso del fantastico che corre lungo l’edizione 2018 di ‘BilBolBul’ parte dal manifesto d’autore della rassegna, disegnato quest’anno da Francesco Cattani, a cui sarà dedicata una mostra in Pinacoteca. “Il fantastico è un modo diverso di raccontare il reale, non per scappare dalla realtà”, spiega ancora Varrà.

L’edizione 2018 di ‘BilBolBul’ è stata presentata oggi in Comune a Bologna insieme all’assessore alla Cultura, Matteo Lepore, Maura Pozzati della Fondazione del Monte, Leonardo Gregianin di Unicredit, Anna Paola Soncini dell’Alma Mater ed Enrico Fornaroli dell’Accademia di Belle Arti.

Molto fitto il programma degli eventi di ‘BilBolBul’ 2018. Oltre alla mostra su Kirby, altro appuntamento di spessore è la prima retrospettiva in assoluto dell’americano Mat Brinkman, grande innovatore dell’immaginario fantastico contemporaneo e quasi eremita, al punto da rifiutare per anni la pubblicazione dei propri lavori. A meno di sorprese dell’ultima ora, Brinkman in persona dovrebbe essere presente a un incontro pubblico a lui dedicato sabato 24 novembre in Accademia di Belle Arti. Luogo che da due settimane ospita l’anteprima del festival del fumetto, con una mostra dedicata al grande fumettista italiano Guido Buzzelli, inaugurata il 24 ottobre e che terminerà il 25 novembre.

Spazio poi come sempre agli artisti emergenti, con due mostre dedicate ad altrettante protagoniste femminili: la francese Amandine Meyer al museo della Musica e la svedese Emilie Ostergren alla Squadro stamperia galleria d’arte. Dalla fantascienza alla scienza il passo può essere breve. Soprattutto se è il fumetto da fare da ponte. E’ così che nasce ‘Erccomics’, il progetto europeo che prevede la realizzazione di 16 webcomic su temi che vanno dall’astrofisica alla sociologia, dalla biologia all’intelligenza artificiale. Anche questa mostra sarà ospitata dall’Accademia di belle arti, il 23 novembre.

Ma il festival del fumetto spazia anche dal cinema, con la serata speciale in Cineteca dedicata a Bonvi il 19 novembre, alla musica, con lo spettacolo il 20 novembre al teatro Testoni ‘Segnosonico‘, dove musicisti e fumettisti improvviseranno insieme un concerto disegnato. In parallelo al festival, in città sono in programma anche 20 mostre e 10 incontri del cartellone ‘off’ e molti laboratori per bambini al Mambo e in SalaBorsa.

Leggi anche:

8 novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»