Ambiente

Festa a Zoomarine, è nata una cucciola di delfino

ROMA – Una Festa della donna speciale, all’insegna di due delfini, una madre e una figlia. Fiocco rosa a Zoomarine, il più grande Parco marino italiano, che festeggia la nascita di un cucciolo di delfino.

Il piccolo, una femmina, sta bene, viene allattato dalla mamma, è lungo poco più di un metro e viene monitorato 24/24 da un team di veterinari e biologi marini.

I genitori, mamma Leah e papà King, interagiscono con il cucciolo che inizia a familiarizzare anche con gli altri delfini del Parco. Zoomarine, alla vigilia della festa della donna, annuncia quindi la nascita di questo piccolo esemplare di delfino femmina e chiama a raccolta il suo pubblico per sceglierne il nome.

LA SCELTA DEL NOME

Tre proposte – Luna, Gioia e Lavinia – oggetto di un concorso sul web, con la possibilità di votare il nome preferito tramite il profilo facebook di Zoomarine e vincere subito ingressi omaggio e buoni sconto. L’esito del concorso sarà comunicato ad inizio aprile, con il battesimo ufficiale del cucciolo di delfino. E la nascita di un delfino è sempre un evento molto speciale, un momento di grande festa per Zoomarine.

COME NASCONO I CUCCIOLI DI DELFINO

Il delfino Tursiope ha una gravidanza di 12 mesi e la femmina partorisce un solo piccolo per volta. Le cure parentali durano anche oltre due anni ed i piccoli sono allattati dalla mamma per più di un anno. Il parto nel delfino è podalico, cioè il piccolo nasce di coda, può durare da 20 minuti a 2 ore mentre la mamma continua a nuotare, cercando di far uscire il piccolo aiutandosi anche con movimenti di contrazione, nuoto veloce e salti.

Appena nato il cucciolo sale, da solo o accompagnato dalla mamma, verso la superficie dell’acqua per prendere il primo respiro. Ogni delfino ha una sua “voce” unica e originale, un fischio personale, un suono caratteristico solo suo che si utilizza molto nel riconoscimento tra mamma e cucciolo. Il fischio rimane invariato per tutta la vita del delfino ed è una sorta di ‘impronta acustica’ che il piccolo sviluppa proprio a partire dai due mesi di vita.

Con il nuovo nato sale a 8 il numero di esemplari presenti a Zoomarine, 4 maschi e 4 femmine. Tutti i delfini sono nati in ambiente controllato nel Parco o in strutture internazionali affiliate. La tutela, la conoscenza e il rispetto di questi animali sono gli elementi fondanti nel rapporto tra il Parco ed il suo pubblico, uno scambio reciproco di emozioni ed informazioni costruito su format di spettacolo ed educational.

“Una festa ed un evento unico, eccezionalmente emozionante e stimolante. La nascita del delfino sta impegnando tutti noi nel garantire al cucciolo il massimo della cura e dell’assistenza. Gli ultimi mesi sono stati davvero speciali visto che tutte le specie presenti al parco si sono riprodotte con successo. Proteggere quello che conosciamo è la nostra mission- spiega Renato Lenzi, amministratore delegato di Zoomarine, uno dei massimi esperti al mondo in mammiferi marini, con una lunga carriera internazionale che lo ha visto anche guidare Associazioni internazionali di settore- Con questo cucciolo di delfino si arricchisce ulteriormente la nostra famiglia di animali, i veri ambasciatori del nostro progetto educativo, la risorsa più importante che un Parco come Zoomarine può offrire al suo pubblico”. Zoomarine, infatti, investe molto sulla conoscenza e divulgazione di messaggi educativi di taglio ambientale ed ecologista veicolati proprio tramite presentazioni animali nel Parco e specifici programmi interattivi. Nel corso della presentazione sui delfini, esperti e biologi marini di Zoomarine ne illustrano le caratteristiche comportamentali e biologiche, l’ecosistema di riferimento e tutte le azioni che l’uomo può attivare per rispettare il mare e la natura. La presentazione, definita tra le migliori in Europa, si avvale anche dell’ausilio di tecnologia multimediale e di un maxi schermo 6×3 in alta definizione. Zoomarine è membro certificato delle più importanti associazioni mondiali del settore, l’Ammpa (Alliance of marine mammal parks e aquariums), l’Eaam (European association for aquatic mammals) e l’Eaza (European Association of Zoos and Aquaria).

 

7 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»